lunedì 30 agosto 2010

Bastoncini di pesce alla zio Ciccio

Vi chiederete come mai l'ho chiamata così?
Deve il nome a mio zio, questo è il suo metodo per cucinare i bastoncini di merluzzo, così si evita la frittura e sono veramente deliziosi.... Grazie zietto....smack...

Preparare del sugo piuttosto liquido e metterlo in una padella e poi adagiarvi i bastoncini di merluzzo ancora surgelati (volendo prima si possono friggere) e lasciarli cuocere da quando comincia a prendere il bollore lasciare cuocere qualche minuto senza rigirarli altrimenti si sbriciolano (attenti a non farli attaccare al fondo della padella).

martedì 17 agosto 2010

Peperoncini piccanti farciti sott’olio


.....E dopo un bel dessert ecco un antipastino particolare, io li ho visti nei vasetti al supermercato ma erano quelli piccolini non avendoli trovati però ho riempito quelli più grandicelli, sono davvero buoni....e se vi dovesse avanzare del ripieno fate come me ho spalmato del pancarrè....mhmhmh ke goduria!

Ingredienti:
600 gr di peperoncini,
5 scatolette di tonno da 80 gr,
100 gr di filetti di acciuga,
100 gr di capperi dissalati,
olio evo sufficiente a riempire i barattoli.

Preparazione: ATTENZIONE!!!! I peperoncini vanno maneggiati con i guanti per evitare irritazioni varie. La proceduta da seguire è la seguente: si incide con un coltellino a punta circolarmente intorno all'attaccatura del picciolo tenendo il coltellino leggermente inclinato verso l'interno in maniera da tagliare l'interno secondo la superficie laterale di un cono rovesciato. Ciò fatto il picciolo si estrae facilmente portandosi dietro anche tutto il filamento centrale e parte dei semi. Poi si infila la lama del coltellino quasi orizzontale nel foro del picciolo e si tranciano, nella parte superiore, i quattro filamenti attaccati alla polpa;operando, poi, con la punta del coltellino si tagliuzzano le parti interne per suddividerle in pezzi piccoli che possano poi essere estratti dal foro del picciolo; in questa operazione ci può aiutare con una pinzetta; infine si batte su un tagliere di legno il peperoncino capovolto per estrarre tutti i semi e le particelle di filamenti dal suo interno. Si ottiene così il peperoncino completamente svuotato. Dopo avere svuotato tutti i peperoncini, si prepara una soluzione fredda di aceto bianco con 25 gr di sale ogni litro di aceto e in questa soluzione si lasciano i peperoncini per 24 ore. Al termine i peperoncini si sciacquano uno per uno sotto un filo di acqua e si mettono ad asciugare capovolti su un canovaccio per 24 ore. I peperoncini vanno farciti quando sono completamente asciutti.
Nel frattempo prepariamo il ripieno: facciamo sgocciolare per bene il tonno aggiungiamo qualche filetto di acciuga e i capperi frulliamolo e facciamolo diventare un impasto fine ma compatto. Procediamo con la farcitura dei singoli peperoncini: senza comprimere troppo la farcitura al loro interno, perchè bisogna consentire che l'olio penetri all'interno del peperoncino, quando saranno ricoperti di olio nel barattolo.
Un volta farciti i peperoncini vanno disposti nei barattoli; bisogna fare attenzione che tutti i peperoncini siano verticali con il foro, dal quale si è introdotta la farcitura, verso l'alto.
Questo è necessario per consentire che, l’olio penetri completamente all'interno del peperoncino; se, viceversa i peperoncini sono coricati, o, addirittura capovolti, si formeranno delle bolle di aria intrappolate all'interno del peperoncino che impediranno l'ingresso totale dell'olio e potranno, nel tempo, favorire la fermentazione batterica.
Dopo avere riempito i barattoli con i peperoncini, si provvederà a riempirli di olio versandolo lentamente al fine di consentire la flocculazione delle bolle di aria intrappolate fra i peperoncini o all'interno degli stessi.
Per la stessa ragione, dopo averli riempiti di olio, converrà far riposare i barattoli una mezza giornata senza chiuderli con il tappo a vite al fine consentire la risalita delle piccole bolle di aria presenti nella farcitura. Dopo il periodo di flocculazione dell'aria, i barattoli vanno chiusi con il tappo a vite e sterilizzati.
Per la sterilizzazione o pastorizzazione: è sufficiente mettere i barattoli in una pentola capiente e alta riempirla di acqua fino a far superare il bordo dei barattoli di alcuni cm. Dal momento in cui sobbolle l'acqua attendere 30 minuti. Farli raffreddare in acqua. Consiglio di consumare i peperoncini a distanza di almeno un mese dalla preparazione conservandoli in un luogo fresco e buio.

giovedì 12 agosto 2010

Mousse al cioccolato


Buon pomeriggio dopo la carrellata di piatti salati eccovene uno dolce...oltre ad aver scoperto una prelibatezza ho scoperto un ottimo modo per riciclare gli albumi che io non butto mai!! Ecco la bontà.....la ricetta è di Benedetta Parodi....
Ingredienti:
200 gr di cioccolato fondente,
5 albumi,
un cucchiaio di zucchero a velo facoltativo.

Preparazione: Sciogliere il cioccolato con qualche cucchiaio di acqua, lasciarlo raffreddare e poi incorporarlo con 5 albumi montati a neve. Se volete potete aggiungere anche un cucchiaio di zucchero a velo. Versare la vostra mousse in piccoli bicchierini oppure nelle tazzine da caffè e poi metterle nel frigo a solidificare per alcune ore. Per guarnire le vostre mousse potete usare granella di mandorle, panna montata, fragole o quello che vi viene in mente!
Un’idea in più: Se preferite potete far raffreddare la vostra mousse in una bella coppa di servizio magari di cristallo e poi portarla a tavola e servirla a cucchiaiate con qualche dolcetto secco.

domenica 1 agosto 2010

Torta salata peperoni e patate


Eccomi di ritorno dalla mia vacanza, mi siete mancati molto, sono tornata ieri sera verso le 22.30 per via del traffico sull'autostrada, beh che dire ho visitato delle città stupende Siena e dintorni e poi Firenze ma il tempo mi ha giocato un brutto scherzo ha diluviato per tutto il tempo e quindi sono dovuta rientrare, ma il divertimento è stato tanto.... ora passiamo alla ricetta della torta salata che avevo preparato prima di partire....a proposito ho comprato una nuova macchina fotografica quindi preparatevi a foto più "professionali" ...ihihihihi
La ricetta è di Misya.


Ingredienti:
1 rotolo di pasta sfoglia,
2 peperoni,
700 gr di patate,
200 gr di mozzarella,
1 spicchio d’aglio,
150 ml di olio circa,
sale

Procedimento: Lavate i peperoni e togliete loro il picciolo verde esterno e i filamenti bianchi e i semi interni, tagliateli quindi a listarelle dello spessore di circa 1 cm.

Pelate le patate, e tagliatele e fette dello spessore di circa 1 cm e dividete ogni fetta a metà. In una padella antiaderente far dorare uno spicchio d’aglio nell’olio, quindi aggiungete i peperoni e le patate. Coprite con un coperchio e fateli cuocere a fiamma moderata per circa 20 minuti.
Girate di tanto in tanto, e quando saranno pronti, alzare la fiamma per qualche minuto e salare. Foderate una teglia per crostate con la carta forno e ricoprite con la pasta sfoglia. Aggiungete ora le patate e i peperoni e ricoprite con la mozzarella tagliata a cubetti (la mozzarella deve essere del giorno prima, privata della sua acqua e fredda di frigo).
Arrotolare i bordi della torta come a voler formare un cordoncino quindi spennellateli con un pò d’uovo o con del latte. Infornare la torta a 180° e cuocere per 30 minuti circa. Lasciar raffreddare la torta salata prima di tagliarla a fette e servirla.
Vi va di diventare fan della mia pagina su facebook ed essere così sempre aggiornati sulle nuove ricette che pubblico? Allora cliccate QUI e poi mettete MI PIACE. Grazieee
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...