giovedì 30 giugno 2011

Muffin panettone


Salve amici, no non sono impazzita!
Ho voluto provare il panettone che mi ha inviato l'azienda Loison sofficissimo, è vero che la passione e l'impegno ripagano di tutto....non avevo mai utilizzato il panettone in nessuna preparazione ne sono usciti 13 muffin profumatissimi e con il gustoso aroma di panettone! Ma il merito di questi riuscitissimi muffin lo devo anche alla farina per dolci e sfoglie dei Molini Rosignoli che rendono il prodotto finale di grande livello. Questa ricetta è utilissima per riciclare il panettone avanzato....

Ingredienti:
200 gr di panettone sbriciolato,
250 gr di farina,
100 gr di zucchero,
2 cucchiaini da caffè di lievito in polvere,
1/2 cucchiaino di sale,
200 ml di latte,
75 ml d'olio di oliva,
1 uovo.

Per decorare:
zucchero a velo,
ciliegine candite

Procedimento: Accendete il forno a 180° e imburrate lo stampo apposito oppure le singole formine di carta o alluminio. Mescolate fra di loro bene tutti gli ingredienti in modo da ottenere un impasto bello morbido. Versate il composto ottenuto nelle vaschette o nelle singole formine imburrate tenendo presente che devono essere riempite per 3/4. Infornate subito a 180° per 20-25 minuti fino a quando risulteranno belli dorati. Fuori dal forno, fateli raffreddare e poi sformateli. Serviteli spolverandoli con lo zucchero a velo e decorandoli con una ciliegina...la classica ciliegina sul muffin!

martedì 28 giugno 2011

Papillon per buffet





L'altro giorno ho preparato questi simpatici papillon adattissimi per un buffet o compleanno di bambini, i miei fratelli si sono fatti perfino la foto simulando i veri papillon, spero siano di vostro gradimento...la ricetta è di ammila e la trovate qui.

Ingredienti per l'impasto:
250 gr di acqua,
1 cucchiaino di zucchero,
1/2 cubetto di lievito di birra,
500 gr farina (io ho usato la farina Molino Chiavazza),
50 gr di burro,
1 cucchiaino e 1/2 di sale.
Per decorare:
pomodorini pachino qb,
olivette qb,
wurstel qb,
origano,
olio evo

Preparazione: Sciogliere il burro e farlo raffreddare. Poi sciogliere il lievito nell'acqua tiepida, aggiungere lo zucchero, il burro e impastare il tutto. Formare una palla e lascaire lievitare fino al raddoppio del volume. Stendere l'impasto e tagliare dei rettangoli (i futuri papillons). Disporre questi rettangoli su delle placche da forno foderate con carta forno. Stringere al centro i rettangoli con le dita. Spennellare abbondantemente con olio EVO, disporre gli ingredienti scelti per la decorazione e lasciare lievitare per circa 45 min. Infornare a 200° per 30 minuti.

Con il Bimby: Mettere nel boccale l'acqua, il lievito e lo zucchero 1 min 37° vel.2. Aggiungere tutti gli altri ingredienti dell'impasto e mandare 2 min funzione spiga. Lasciare lievitare sino al raddoppio del volume. Stendere l'impasto e tagliare dei rettangoli (i futuri papillons). Disporre questi rettangoli su delle placche da forno foderate con carta forno. Stringere al centro i rettangoli con le dita. Spennellare abbondantemente con olio EVO, disporre gli ingredienti scelti per la decorazione e lasciare lievitare per circa 45 min. Infornare a 200° per 30 minuti.

lunedì 27 giugno 2011

Verrigni


Dal 2008, con la stessa passione dei fondatori, il nipote Gaetano e la moglie Francesca Petrei Castelli guidano l’azienda – ora Antico Pastificio Rosetano- in un perfetto equilibrio tra tradizione e innovazione. Con un unico, importante obiettivo: la qualità più elevata, che si ottiene nella selezione dei migliori grani duri, esclusivamente italiani, coltivati e raccolti anche in Abruzzo, nell’azienda agricola di Francesca, mediante una lavorazione rispettosa della tradizione ma al passo coi tempi.Quella di Verrigni è una storia intessuta di passione, di artigianalità, di tradizione e innovazione. La storia di una famiglia capace di tramandare dal 1898, di generazione in generazione, la'more per la propria terra: Roseto degli Abruzzi. Oggi Verrigni, con i profumi e i sapori eleganti e decisi, propri della terra abruzzese, è sinonim0 di eccellenza in tutta Italia e non solo.

I concetti di lenta essiccazione e bassa temperatura sono quelli che Verrigni applica da sempre e preferisce trasmettere attraverso la degustazione della sua pasta dal gusto e dalla dolcezza inconfondibili. Nel 2009 Gaetano Verrigni presenta ufficialmente la prima ed unica pasta ottenuta mediante trafilatura in oro, che per il momento vede due formati Spaghettoro e Fusilloro, conferisce alla pasta una consistenza diversa, ricercata e delegante capace di esaltare i condimenti e di conquistarli facendoli propri.

L’Antico Pastificio Rosetano Verrigni produce circa 80 formati, dalle tipologie tradizionali ai formati “giganti” (paccheri conchiglioni), che sono stati utilizzati da famosi chef anche come contenitori per divertenti finger food o da singolari cannoli per creme dolci, disponibili anche con semole di grano duro Kamut e Senatore Cappelli, oltre che di farro ed aromatizzate (pomodoro, spinaci, peperoncino, ortica, zafferano, basilico, funghi, tartufo).

Ecco cosa ho ricevuto:

Spaghetti Senatore Cappelli bio, linguine



Superspaghettino e SpaghettOro



penne con farina di kamut bio



mezzi paccheri



conchiglie



rigatoni



tortilli



fusillOro



depliant e cartolina con una bellissima frase:






www.verrigni.com

giovedì 23 giugno 2011

Risotto alle fragole

Il risotto alle fragole è un primo piatto leggero, vegetariano e particolarmente adatto ai bambini. E' senz'altro un piatto primaverile (maggio-giugno) e va preparato quando le fragole sono profumate e mature al punto giusto, diffidate di quelle molto grosse preferite sempre quelle medio-piccole. Inoltre ha basso contenuto calorico.

Ingredienti:

300 gr di riso,

uno scalogno grosso,

12 fragole,

un bicchiere di vino,

un litro di brodo circa (fatto con il dado vegetale),

sale,

pepe,

olio,

burro,

parmigiano,

erba cipollina.

Preparazione: Tagliare le fragole a tocchetti e metterle in infusione nel vino. Tagliare lo scalogno sottile e farlo rosolare nel tegame con un pò di olio. Quando è appassito ma non scurito, unire il riso e fare tostare bene. Scolare le fragole e sfumare col vino. Una volta che il vino si è asciugato, incominciare a bagnare il riso con il brodo ogni volta che il riso si asciuga e aggiustare di sale e di pepe. A metà cottura circa aggiungere le fragole e altro brodo e mescolare fino a che il riso è cotto e del giusto spessore. Spegnere il fuoco aggiungere parmigiano e burro e completare la mantecatura mescolando vigorosamente. Servire con un pò di erba cipollina tagliata al momento e una fragola o due di guarnizione. Secondo me non ci sta male qualche goccia di aceto balsamico.


Con questa ricetta partecipo al contest "La raccolta delle fragole" organizzato dal blog: " La cucina di Irina"

martedì 21 giugno 2011

Farfalle con pesto alla siciliana

Il pesto alla siciliana è un ottimo condimento per la pasta e come tutte le ricette regionali ne esistono molte varianti. Qui ci ho condito delle farfalle ed è diventato un ottimo primo piatto estivo; quindi si presta bene alla preparazione di una pasta fredda. Questa ricetta è di Benedetta Parodi di Cotto e Mangiato.

Ingredienti:
400 gr di farfalle, (io ho usato Colavita)
400 gr di pomodorini,
40 gr di pinoli per il pesto più altri 40 gr per la guarnizione,
100 gr di ricotta,
1 dl d’olio,
una manciata di basilico,
sale.


Preparazione: Lessare le farfalle, nel frattempo mettere tutti gli ingredienti nel frullatore (tranne i 40 gr di pinoli per la guarnizione) e tritare finemente. Tostare in una padella antiaderente i restanti pinoli finché non sono abbrustoliti. Scolare la pasta, condirla con la salsa e guarnire con altre foglie di basilico e i pinoli tostati.

domenica 19 giugno 2011

Tortino di alici e patate

                                             
Buona domenica a tutti! Qualche giorno fa ho fatto questo tortino di alici e patate di Benedetta Parodi, davvero delizioso e semplicissimo da fare, si può accorciare il tempo di preparazione facendovi pulire le alici dal pescivendolo, questo tortino è formato da strati alternati di fette di patate leggermente sbollentate, filetti di alici e aromi; un antipasto o un secondo molto adatto a tutte le stagioni.

Ingredienti:
500 gr di filetti di alici fresche,
500 gr di patate,
1 ciuffo di prezzemolo,
1 ciuffo di menta (a piacere),
1 cucchiaio di capperi,
mezzo spicchio di aglio,
100 gr di pane grattato,
sale q.b.,
5 o 6 cucchiai di olio extra vergine di oliva


Preparazione: Peliamo le patate e le tagliamo a fettine sottili che facciamo sbollentare per qualche minuto (circa 2 o 3 min.). Mettiamo nel mixer il pane grattato, la menta e il prezzemolo, i capperi e lo spicchietto di aglio con un pizzico di sale e qualche cucchiaio di olio e mixiamo tutto. In una pirofila da forno mettiamo un filo di olio extra vergine di oliva e poi stendiamo un primo strato di patate, uno strato di alici e poi uno strato di panatura, continuando fino ad esaurimento degli ingredienti e ricordandoci di terminare con le alici. Spolveriamo l'ultimo strato con un altro pò di panatura e del parmigiano grattugiato e un filo di olio. Agli angoli della pirofila possiamo versare un pò di acqua per favorire la cottura. Inforniamo a 180° per 15 minuti circa.





venerdì 17 giugno 2011

Loison pasticceri dal 1938

Loison Pasticceri dal 1938 di Costabissara (Vicenza) ha fatto della qualità la propria filosofia e della passione per il mestiere il proprio segreto.
La ricercatezza nella scelta degli ingredienti, l'uso di antiche ricette adeguate al gusto moderno, il rispetto della tradizione dell'arte pasticcera, la valorizzazione di materie prime ricercate e dei sapori tipici, sono i principi sui quali Dario Loison, oggi titolare dell'azienda, ha improntato la propria attività.
E' da tre generazioni che hanno saputo mettersi continuamente in discussione per stare al passo con i tempi e con i gusti.
Lavorazione artigianale, altissima qualità, inconfondibile passione, personalizzazione delle confezioni, efficienza nel servizio, ma anche cultura della buona tavola ed esportazione del made in Italy: tutto questo vuole essere la Loison Pasticceri dal 1938, grande laboratorio artigiano specializzato nella produzione di panettoni, pandori, colombe e biscotteria, che nel corso dei decenni è stato in grado di registrare tassi di crescita straordinari ed un successo a livello mondiale inimitabile.

Tradizione e tecnologia: due parole apparentemente in antitesi, ma che da Loison si fondono e ne fanno una realtà artigiana seria, impegnata e soprattutto efficiente.

Anche loro hanno un blog dedicato all'insolito panettone, focalizzato sulla loro idea di panettone svincolato dal consumo strettamente Natalizio. Panettone che può essere rielaborato, valorizzato e nobilitato proponendone varianti originali e a volte anche coraggiose.


Ecco cosa ho ricevuto:

un mini ricettario

piccole delizie (dolcetti di finissima pasticceria al burro veneta)


panettone senza canditi


panettone classico

favette (pasticcini al cioccolato)



frollini


www.loison.com
www.insolitopanettone.com

mercoledì 15 giugno 2011

Involtini di manzo e pancetta

Questa è una bellissima ricetta che ho visto eseguire alla Prova del cuoco precisamente al torneo delle casalinghe dalla signora Giuseppina Purificato di Formia nel Lazio tra l'altra vincitrice, è un buonissimo piatto unico, praticamente c'è tutto primo, secondo e contorno, io siccome sono stata stregata dagli involtini ho voluto provare a fare solo involtini e piselli ma nulla vi vieta di eseguire la ricetta per intero....che ho riportato sotto....


Ingredienti:
piselli freschi,
fettine di manzo,
parmigiano grattugiato,
pancetta,
aglio,
vino bianco,
cipollotti freschi,
olio, (io ho usato l'olio extravergine Marina Colonna)
sale e pepe.

Procedimento: Stendere le fettine di manzo su un tagliere, farcire con parmigiano grattugiato, fettine di pancetta, aglio tritato, prezzemolo, pepe, dopodichè arrotolarla e fermare con degli stuzzicadenti. In una pentola versare l'olio, unire i cipollotti tritati e gli involtini e rosolare su tutti i lati, poi sfumare con del vino bianco; quando si è ridotto aggiungere i piselli freschi, far cuocere, salare e pepare e terminare la cottura.


(Io ho usato un pò di dado Bimby).


A chi interessa ecco la ricetta per intero, un freschissimo piatto unico...


Ingredienti: piselli freschi, fettine di manzo, pasta corta, parmigiano grattugiato, pancetta, prezzemolo, basilico, aglio, pomodorini, vino bianco, guanciale, cipollotti freschi, olio, sale e pepe.

Procedimento: Stendere le fettine di manzo su un tagliere, farcire con parmigiano grattugiato, fettine di pancetta, aglio tritato, prezzemolo, pepe, dopodichè arrotolarla e fermare con degli stuzzicadenti. In una pentola versare l'olio, unire i cipollotti tritati e gli involtini e rosolare su tutti i lati, poi sfumare con del vino bianco; quando si è ridotto aggiungere il guanciale a cubetti e i piselli freschi, far cuocere quasi fino a fine cottura, poi aggiungere dei pomodorini freschi tagliati a pezzetti, salare e pepare e terminare la cottura. Togliere gli involtini dalla pentola. Cuocere la pasta in abbondante acqua salata, una volta cotta, buttarla nella pentola della salsa ai piselli e farla saltare, condire con del parmigiano grattugiato, prezzemolo e basilico tritati. Impiattare la pasta; tagliare a fette gli involtini privati degli stuzzicadenti e sistemarli su un lato vicino alla pasta.

lunedì 13 giugno 2011

Insalata di arance

L'insalata di arance è una ricetta delicata e molto gustosa, che si può gustare per tutto il periodo in cui si trovano le arance nei mercati, io per fortuna le ho trovate, può essere servita sia come antipasto che come contorno.

Ingredienti:
2 arance

Per l'emulsione:
olio di oliva ( io ho usato Marina Colonna)
sale,
aceto balsamico
pepe nero

Preparazione: Sbucciare due arance e privarle della parte bianca, affettarle a cerchi. Mescolare in un piatto un pò di sale, un pò d'olio di oliva e un pò di aceto balsamico. Distribuire in un piatto le arance tagliate precedentemente e cospargerle con l'emulsione. (io ho messo anche una spruzzata di pepe nero).

venerdì 10 giugno 2011

Tramezzini favolosi


Sono i tramezzini più buoni che abbia mai mangiato, favolosi appunto! Una vera goduria per il palato! E si fanno in una mezz’oretta! Il giorno dopo la preparazione sono ancora più buoni, perché i sapori si amalgamano e il pane si umidifica a puntino. Se li preparate per un buffet vi assicuro che spariranno in un secondo! La ricetta è di Venus79 di cookaround.

Ingredienti per 20 grandi, 40 mini o 80 mini-mini:
3 confezioni di pane per tramezzini da 5 fette,
750 gr maionese,
3 scatolette di tonno,
1 barattolo di farcitoast o altre verdurine sott’olio,
3 pomodori,
3 uova sode,
5 fette intere di prosciutto cotto,
5 fette di lattuga

Preparazione: Disponiamo le fette di pancarrè su un tavolo. Mescoliamo metà della maionese col tonno e farciamo il primo strato. Mettiamo la lattuga, poi il tonno, il prosciutto cotto. Copriamo con un’altra fetta di pane. Mescoliamo la restante maionese con le verdurine ben sgocciolate e farciamo. Mettiamo i pomodori a fettine. E le uova sode sbriciolate. Chiudiamo con le altre fette e giriamo con pellicola e mettiamo in frigo fino al consumo. Si possono tagliare grandi (a metà), mini o mini-mini magari per un buffet! Oppure quadrati tagliando a metà e poi ogni quadrato in 4 quadratini.

mercoledì 8 giugno 2011

Marina Colonna

Con grande piacere vi presento l'azienda agricola Marina Colonna, situata sulle colline di San Martino in Pensilis nel Molise, si estende su ben 320 ettari. E' di proprietà ed è condotta da donna Marina, erede del Principe Francesco Colonna, ed offre prodotti alimentari unici e di altissima qualità. L'azienda utilizza tecniche a basso impatto ambientale, la raccolta viene effettuata precocemente con pettini pneumatici per abbreviare i tempi di raccolta e l’estrazione dell’olio avviene a ciclo continuo a freddo nel frantoio aziendale entro 12 ore, tutto ciò assicura un elevato standard qualitativo di questi olii.

Tutte le varietà di olive sono molite separatamente. L’olio extra vergine di oliva prodotto possiede un alto contenuto di polifenoli e vitamine che ne esaltano le caratteristiche organolettiche e ne garantiscono la conservazione, che viene effettuata in apposite cisterne di acciaio inox, separate per varietà.

Oltre all’olio extra vergine di oliva, dal sapore delicato e con lievi note erbacee, si distinguono anche gli oli agrumati, ottenuti usando limoni (Granverde), arance (Arancio), mandarini (Mandarino), bergamotti (Bergamia) provenienti dalla Sicilia, spezie orientali (Ginger), semi di cardamomo (Aromatico), Basilico (Tulsi) o tartufo (Tartufo).
Questi oli sono ottenuti molendo insieme alle olive gli agrumi biologici di Sicilia e Calabria. Eccellenti su insalate miste di verdure, crostacei al vapore e crudi, primi piatti bianche con molluschi, pesci al forno; perfetti ingredienti per dolci e biscotti. Ideali per piatti esotici e paste estive.

Completano l’offerta i paté di verdure, le conserve di pomodoro, le olive in salamoia e condite.
Visitando il sito www.marinacolonna.it , è possibile scaricare le loro ricette.


Ecco cosa ho ricevuto:

Olio extra vergine, bergamia

senape, rosaoliva, peperoncino



tulsi, ginger, aromatico


arancio, granverde, mandarino

martedì 7 giugno 2011

Frittata di riso al forno


Ecco a voi un suggerimento per una frittata davvero speciale e insolita che soddisferà anche gli appetiti più esigenti, ottima tiepida anche per un buffet o un pic nic.

Ingredienti: 
250 gr di riso,
2 carote,
2 zucchine medie,
5 uova,
parmigiano grattugiato, (ho usato In.Al.Pi.) 

trito per soffritto (carota, sedano e cipolla),
olio extravergine,
sale e pepe q.b.

Preparazione: Cuocete il riso, 12-14 minuti in acqua salata, scolatelo e conditelo con un filo d'olio e prezzemolo. In una padella fate un soffritto di carota, sedano e cipolla con un filo d'olio e cuocete le carote con le zucchine tagliate a rondelle, aggiungete dell'acqua se necessario.
Quando le verdure risulteranno ben cotte regolate di sale e pepe. In una scodella sbattete le uova con sale, pepe e un pizzico di parmigiano grattugiato, aggiungete il riso e le verdure. Preriscaldate il forno a 180°, mettete il composto in una teglia precedentemente unta d'olio e infornate. Far cuocere per circa 30 minuti senza aprire il forno per i primi 20 minuti.

domenica 5 giugno 2011

Panzerotti al ragù

                                             

I panzerotti e i calzoni sono di origine meridionale e sono diffusi ormai in tutta Italia, questa è un'ottima alternativa ai ripieni classici come: pomodoro e mozzarella, prosciutto cotto e formaggio, ricotta, salame e formaggio, un saporitissimo ragù di carne che li rende unici. La ricetta è di Benedetta Parodi della rubrica Cotto e Mangiato.

Ingredienti:
150 gr soffritto surgelato a dadini,
1 spicchio d’aglio,
300 gr di macinato di carne scelto,
1 bicchierino di passato di pomodoro,
vino bianco,
1 rotolo di pasta per pizza già pronta, (io ho usato questo impasto)
50-60 gr di formaggio Emmenthal,
olio di semi per friggere,
sale,
olio d'oliva

Preparazione: Preparare il ragù, soffriggendo le verdure in olio d'oliva e uno spicchio d’aglio. Aggiungere il macinato di carne e sfumare con un pò di vino bianco. Aggiungere il passato di pomodoro e una foglia di alloro, poi far cuocere a coperchio chiuso per 30 minuti. Una volta cotto e raffreddato aggiungere delle scagliette di formaggio emmenthal grattugiato (grattugiato con la grattugia a fori grossi). A questo punto stendere la pasta per pizza pronta con un mattarello. Tagliare la pasta a cerchi di 10/15 cm. Potete aiutarvi con una tazza rovesciata. Riempire i cerchi di pasta con un cucchiaio di ragù e richiuderli con cura. Friggere in abbondante olio di semi per frittura ben caldo e riporre in carta assorbente prima di servirli sul piatto da portata.


I panzerotti possono anche essere cotti al forno a 180°-200°: poneteli sopra un foglio di carta forno e fateli cuocere, rigirandoli, fino alla completa doratura (circa 15-20 minuti).
Vi va di diventare fan della mia pagina su facebook ed essere così sempre aggiornati sulle nuove ricette che pubblico? Allora cliccate QUI e poi mettete MI PIACE. Grazieee
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...