mercoledì 6 giugno 2012

Torta di Padre Pio



So ke questa ricetta attirerà critiche ma io sono molto devota a Padre Pio e la pubblico lo stesso, e spero mi protegga sempre.....la ricetta l'ho trovata in giro nel web. E' un dolce molto versatile può essere arricchito con ciò che si vuole.....e da oggi grazie alla ricetta sotto riportata potete prepararla da soli, bello no??

Si chiama torta di PADRE PIO è una torta che si fa un pò alla volta ci vogliono 10 giorni per farla inserendo un ingrediente al giorno, è una torta che si fa per devozione e per chiedere una grazia a Padre Pio.
REGOLE:
1. Non usare il frullatore
2. Si inizia sempre di domenica
3. Non mettere MAI il composto in frigorifero

Vi scrivo la ricetta:
Innanzitutto vi servono una ciotola di vetro dove mettere gli ingredienti e un mestolo di legno...per girare il tutto e un normale bicchiere di plastica.
Allora:
1° giorno: mettere nella ciotola 1 bicchiere di farina ed 1 di zucchero senza mescolare.
2° giorno: mescolare l'impasto e coprire con carta stagnola.
3° e 4° giorno: lasciare riposare l'impasto senza mescolare.
5° giorno: aggiungere 1 bicchiere di latte, 1 di farina ed 1 di zucchero.
6° giorno: mescolare l'impasto
7°, 8° e 9° giorno: lasciare riposare l'impasto senza mescolare
10° giorno: togliere 3 bicchieri dell'impasto e donarlo a 3 persone.
QUESTO DOLCE NON SI RIFIUTA
Adesso al poco impasto rimasto aggiungere: 3 bicchieri di farina, 1 di latte, 1 di zucchero, 80 gr di olio (1/2 bicchiere circa), 1 bustina di lievito per dolci, 1 mela tagliata a pezzetti, 100 gr di noci tritate, 100 gr di uvetta (se piace), un pò di cannella, 2 uova intere, 1 bustina di vanillina (facoltativa), un pizzico di sale.
Esprimere 3 desideri e infornarla a 180° per 30-40 minuti!!
Durante la cottura rivolgere a Padre Pio un pensiero e tre preghiere sentite finendo con: O SIGNORE MI BENEDICA, MI GUIDA E MI DIA MISERICORDIA E PACE...
OLTRETUTTO LA TORTA è BUONISSIMA!!! PROVATE...
UNA VOLTA DONATO L'IMPASTO DOVETE DIRE ALLA PERSONA DI VERSARE NEL RECIPIENTE IL COMPOSTO DEL BICCHIERE E INIZIARE DA QUELLO.
esempio:
1 giorno: versare l'impasto del bicchiere in un recipiente di vetro, aggiungere un bicchiere di farina ed uno di zucchero.
2 giorno: mescolare....... e così via!!!

Se si vuole fare il dolce per se stessi senza seguire la catena si può partire direttamente dal 5° giorno, come riferimento si utilizza un bicchiere di plastica quindi:

1° giorno: mescolare 1 bicchiere di farina, 1 di zucchero e 1 di latte e mettere l’impasto in un contenitore e chiudere con un coperchio
2° giorno: mescolare l’impasto
3°-4°-5° giorno: lasciare riposare l’impasto senza mescolare
6° giorno: togliere 1 bicchiere di impasto e metterlo in frigo se si ha intenzione di rifare il dolce entro 7/8 giorni altrimenti congelarlo. Quando serve basta scongelarlo a temperatura ambiente (non nel microonde perché potrebbe cuocerlo!)
Poi all’impasto rimasto aggiungere: 3 bicchieri di farina, 1 di latte, 1 di zucchero, 80 gr di olio (1/2 bicchiere circa), 1 bustina di lievito per dolci, 1 mela tagliata a pezzetti, 100 gr di noci tritate, 100 gr di uvetta (se piace), un pò di cannella, 2 uova intere, 1 bustina di vanillina (facoltativa), un pizzico di sale. Mettere l’impasto in una teglia imburrata e infarinata e infornarla a 180° per 30-40 minuti.


18 commenti:

Alice4161 ha detto...

Anche io l'ho preparata mi è stata donata da mia cognata.


Buonissima e profumata.


ciao

patatina ha detto...

eddai! molto particolare! devo dirlo a mia mamma che è devota!

Silvia ha detto...

@ X Alice: si è eccezionale questo dolce....da oggi puoi prepararla da sola senza dover aspettare ke qualcuno ti regali il bicchierino con l'impasto....

@ X Patatina: fammi sapere se la fai... ;-)

samaf ha detto...

ma che ricetta stupenda! ti va di partecipare al mio contest con questa ricetta?
ti aspetto
buon week
Samaf
http://dolcizie.blogspot.it/2012/04/lalbero-goloso-una-dolce-raccolta.html

samaf ha detto...

ma che ricetta stupenda! ti va di partecipare al mio contest con questa ricetta?
ti aspetto
buon week
Samaf
http://dolcizie.blogspot.it/2012/04/lalbero-goloso-una-dolce-raccolta.html

Anonimo ha detto...

Ciao Silvia, ho appena scoperto il tuo blog e devo dire che sei davvero molto brava!
mi piacerebbe tanto provare a fare questo dolce perché anche noi siamo devoti a San Pio, xò volevo sapere un paio di cosine...quando si aggiunge il latte poi l'impasto va messo in frigo?e poi...siccome io nn posso mangiare frutta a guscio, posso evitare di metterla?
grazie...:-)

Silvia ha detto...

@ x anonimo: ti rispondo subito... allora l'impasto non va mai messo in frigo!! Si certo puoi tranquillamente ometterre la frutta secca magari potresti usare della frutta fresca mela a dadini o pera...vedi un pò tu, fammi sapere....

Anonimo ha detto...

Grazie x la risposta immediata!
e cmq scusami, me ne sono accorta soltanto adesso che mi sono copiata la ricetta che c'era già scritto il fatto del frigo...
cmq domenica inizio e ti faccio sapere...;-)

LUCA ha detto...

la religione non si mischia con lieviti e torte si segue il vangelo x chi è cattolico e PADRE PIO ha sempre e solo obbedito alla chiesa ed al papa e servito il vangelo di gesù...le torte sono buone e basta!!! LUCA

Anna.M. ha detto...

Ciao,
ho scoperto adesso questa ricetta, ed ero rimasta delusa perché si doveva ottenere l'impasto da un'altra persona. Ho una domanda da farti: a me non piace avere della frutta, sia frescha che secca, nelle torte, é possibile non metterle??? aspetto la tua risposta per poter iniziare la torta. Grazie mille.

Silvia ha detto...

X Anna M.: si certo potresti farla al cacao per esempio.... fammi sapere se ti è piaciuta...

Anna.M. ha detto...

GRazie mille Silvia per aver risposto alla mia domanda, stavo aspettando la tua risposta per poterla fare,.. la inizio subito allora. Certo ti farò sapere.

Anonimo ha detto...

Io l'ho fatta e confermo che è buonissima! Ma la consegna dell'impasto a tre persone deve essere fatta per forza il martedì?

Silvia ha detto...

Si si bisogna seguire alla lettera il procedimento per poi ricominciare....

Giusy ha detto...

Ciao ! a me e stata donata ma se una persona non trova le tre persone? cosa succede? alcuni l hanno già fatta altri non la vogliono fare ...grazie in anticipo x la risposta.Ps puoi rispondere alla mia e-mail così leggo subìto il tuo commento.Ecco la mail matteuccigiusy@libero.it

Silvia ha detto...

X Giusy: nessun problema Giusy congeli l'impasto nei bicchieri di carta, ti raccomando non scongelarlo nel microonde, poi lo tirerai fuori quando avrai voglia di dolce.... e ricomincerai tu da sola senza donare l'impasto.

Anonimo ha detto...

Anche a me l'hanno regalata e da buon devota voglio farla l'unico problema è che non ho persone a cui darla. Che posso fare? Non vorrei spezzare la catena.

Silvia ha detto...

Mi hanno già fatto questa domanda leggi tra i commenti.... puoi tranquillamente congelare l'impasto e donarla a te stessa...

Vi va di diventare fan della mia pagina su facebook ed essere così sempre aggiornati sulle nuove ricette che pubblico? Allora cliccate QUI e poi mettete MI PIACE. Grazieee