domenica 17 gennaio 2021

Limoncello


Il limoncello è un liquore tipico della Campania, in particolare delle costiera amalfitana, realizzato con le scorze di limone il cui grado alcolico oscilla tra il 20% e il 32% vol. Un liquore dolce, dal caratteristico colore giallo, che si ottiene lasciando macerare nell'alcol puro le scorze di limone con l'aggiunta di uno sciroppo a base di acqua e zucchero. Una volta preparato dovrà restare in bottiglia per almeno 1 mese, prima di essere gustato. 
E' un ottimo digestivo, infatti viene consumato di solito dopo i pasti, ma può essere utilizzato anche per bagnare o aromatizzare dolci, macedonie e gelati. La sua preparazione è semplice ma bisogna seguire bene tutti i passaggi e utilizzare limoni freschi e non trattati, meglio se di Sorrento, in quanto ricchi di oli essenziali che conferiscono al limoncello il suo profumo e il suo gusto unico e deciso.
Una volta che il liquore sarà pronto, non dovrai fare altro che riporlo in frigorifero o nel congelatore: va gustato rigorosamente freddo. La ricetta è dell'App Ricette per bimby.

Ingredienti per 1 litro di limoncello:
4 limoni,
450 g alcol (95°),
650 g acqua,
300 g zucchero semolato

Preparazione: Lavare e asciugare bene i limoni. Rimuovere accuratamente la buccia (solo la parte gialla) e metterla in una barattolo di vetro con l'alcol e lasciare macerare per almeno 48 ore al buio. Mettere in una pentola capiente l'acqua e lo zucchero e mescolate facendo sciogliere per bene lo zucchero. Lasciare raffreddare completamente, poi aggiungere allo sciroppo l’alcool ben filtrato, con un colino, dalle bucce dei limoni e mescolate. 
Imbottigliare e conservare in congelatore. Lasciare riposare almeno 15 giorni prima di consumarlo.

Con il bimby: Lavare e asciugare bene i limoni. Rimuovere accuratamente la buccia (solo la parte gialla) e metterla in una barattolo di vetro con l'alcol e lasciare macerare per almeno 48 ore al buio.
Mettere nel boccale l’acqua e lo zucchero: 30 min. 100° vel. 2. Lasciare raffreddare completamente nel boccale poi aggiungere l’alcool ben filtrato, con un colino, dalle bucce dei limoni: 1 min. vel. 4. Imbottigliare e conservare in congelatore. Lasciare riposare almeno 15 giorni prima di consumarlo.

sabato 16 gennaio 2021

Pasta frolla


La pasta frolla è una delle ricette base della pasticceria, che vi consentirà di preparare molti dolci gustosi come crostate, biscotti, tartellette, crostatine, mignon, ecc.
Esistono diverse varianti della frolla sulla base degli ingredienti, come quella al cacao, senza glutine o senza uova,
Per una variante senza burro, utilizzare 100 gr di olio di girasole.
La miglior pasta frolla si ottiene con il burro appena estratto dal frigo. Tutto ciò che entrerà a contatto con l'impasto durante la lavorazione dovrà essere molto freddo, compresi gli attrezzi e, possibilmente, le vostre mani. Vi suggerisco di utilizzare della farina povera di glutine, come la 00, che renderà l'impasto, una volta cotto, friabile. In altre parole, "frollo". Se la vostra frolla dovesse impazzire, ovvero sbriciolarsi nel corso del procedimento, niente paura: invece di aggiungere farina basterà aggiungere all'impasto un pò d'acqua fredda o mezzo albume per recuperarla e renderla più elastica. Oppure aggiungere dello zucchero a velo, questo trucchetto l'ho imparato in uno shoow cooking.

Ingredienti per una teglia di 26 cm di diametro: 
350 gr di farina 00
130 gr di burro
80 gr di zucchero
la scorza di un limone a pezzetti
2 uova
1 bustina di lievito per dolci

Preparazione: Per preparare la pasta frolla mettete la farina, il burro appena tolto dal frigo, quindi ancora freddo, nel mixer. Frullate il tutto fino ad ottenere un composto dall'aspetto sabbioso e farinoso. Ora aggiungete lo zucchero e la scorza grattugiata di limone e il lievito.
Formate con l'impasto ottenuto una palla, avvolgetela con della pellicola trasparente e mettete il tutto a riposare il frigo per almeno mezz'ora. Passata la mezz'ora, la vostra pasta frolla sarà pronta per essere utilizzata. 

Con il Bimby: Mettere nel boccale la scorza di limone e lo zucchero, tritare: 10 sec. vel. 8. Unire la farina, le uova, il burro freddo e il lievito impastare: 20 sec. vel. 5.

Conservazione: Conservate la pasta frolla in frigorifero, coperta con la pellicola, per un paio di giorni al massimo. E' possibile congelare la pasta frolla.
 

venerdì 15 gennaio 2021

Bocconcini di pollo al limone

 
I bocconcini di pollo al limone sono un delizioso e semplice secondo piatto molto gustoso da preparare in pochi minuti.
Dal sapore leggermente acido grazie al succo di limone e piacevolmente cremoso per la presenza della farina. Un piatto saporito, economico, veloce, che metterà d'accordo tutti!! La ricetta è di Vica in cucina.

Ingredienti:
400 gr di petto di pollo a bocconcini,
il succo di 2 limoni, (io ho usato 1 limone piccolo) 
1 cipolla piccola,
farina (quanto basta),
2-3 cucchiai di olio extravergine d’oliva,
200 ml di brodo vegetale,
sale,
pepe nero


Procedimento: Tagliare il pollo a bocconcini grandi circa 3 x 2 cm. Infarinateli per bene, spremere in anticipo il succo dei due limoni. In una padella imbiondite per un minuto la cipolla tagliata finemente. Unite i bocconcini di pollo infarinati e fate rosolare per bene mescolando con un cucchiaio di legno. Fate sfumare col succo di limone. Non appena il succo di limone evapora, aggiungere il brodo vegetale preparato in precedenza e fate cuocere per circa 10-12 minuti a fuoco basso, mescolando spesso. Lasciate cuocere quindi a fuoco bassissimo affinché il brodo diventerà cremoso; Aggiustate di sale e di pepe. Impiattate come vi piace di più, io ho servito in tavola in un piatto grande da portata, decorando attorno con fettine di limone, per dare l’idea a base di che cosa è costituito il piatto.

domenica 3 gennaio 2021

Confettura di uva fragola

 


La confettura di uva fragola è una gustosa conserva che si prepara il periodo di settembre. L'uva fragola o uva americana è una varietà di uva molto gustosa e profumata, dal sapore dolce.
Viene spesso utilizzata in cucina per preparare fantastici dolci. Quando l'uva abbonda si può preparare un'ottima confettura. In questo modo si potrà gustare l'uva fragola anche quando non sarà più di stagione.

Ingredienti:
1 Kg Uva fragola
50 ml Succo limone
500 g Zucchero
1 busta Fruttapec 2:1

*Fruttapec è a base di pectina che viene estratta dalla frutta (mele e agrumi) e serve per far gelificare velocemente la marmellata, senza alterarne il sapore o l’odore, per questa confettura potete anche non usarlo, io lo uso per ridurre i tempi di cottura, ma non rispetto quelli indicati in confezione.

Preparazione:
Lavare l'uva e staccare tutti gli acini. Passarla al passaverdure per eliminare i semi e le bucce. Metterla in una pentola con lo zucchero, Fruttapec e il succo di limone. Mescolare bene a freddo e portare a bollore. Far bollire 3 minuti mescolando di continuo. Versare la marmellata ancora calda nei barattoli (già sterilizzati 40 minuti in acqua bollente) tappare. Per creare il sottovuoto li ho fatti bollire nuovamente, ma basta capovolgere per qualche minuto.

Fileja con salsiccia e scamorza affumicata


Iniziamo il nuovo anno con un primo piatto gustoso e saporito. Si prepara in pochissimo tempo e piacerà davvero a tutti. Potete usare paccheri, rigatoni o sedanini al posto dei fileja, un formato di pasta tipico calabrese. Auguro a tutti i miei lettori un felice e sereno anno nuovo. 

Ingredienti per 4 persone:
400 g di fileja
350 g di passata di pomodoro
250 g di salsiccia
100 g di scamorza affumicata
olio extravergine di oliva
1 spicchio di aglio
parmigiano
sale

Preparazione: Tagliate la pelle alla salsiccia e sbriciolatela, fatela soffriggere in una padella con l’olio e l’aglio. Aggiungete la passata di pomodoro e un pizzico di sale lasciate cuocere per un quarto d’ora a fuoco moderato e mescolate di tanto in tanto. Lessate nel frattempo la pasta, scolatela al dente e versatela nel sugo preparato. Fate saltare la pasta ed aggiungete la scamorza affumicata; una volta che si è sciolta unite una manciata di parmigiano e servite.

martedì 29 dicembre 2020

Focaccine soffici

Le focaccine soffici sono una una ricetta facilissima e gustosa. Sono la merenda ideale per i bambini anche da portare a scuola; sane, golose, ottime anche per essere farcite con salumi e formaggi. Sono perfette per antipasti, buffet, aperitivi e deliziose merende dolci o salate. La ricetta è di Fatto in casa da Benedetta.

Ingredienti:
125 ml acqua tiepida,
125 ml latte tiepido,
10 g lievito di birra fresco,
1 cucchiaio zucchero,
1 /2 cucchiaio sale,
50 g olio extravergine di oliva,
400 g farina meglio se metà manitoba, metà 00

Preparazione: In una ciotola uniamo il latte e l'acqua tiepidi, sbricioliamo il lievito di birra, aggiungiamo lo zucchero e mescoliamo bene con un cucchiaio per far sciogliere.
Aggiungiamo l'olio e iniziamo ad incorporare la farina mescolando con le mani, dopo averne aggiunta circa la metà mettiamo anche il sale, poi continuiamo con la farina, sempre mescolando.
Quando l'impasto diventa più sodo lo portiamo sul piano di lavoro e continuiamo ad impastare con le mani aggiungendo farina. Lavoriamo energicamente per diversi minuti! L'impasto dovrà risultare liscio, omogeneo ed elastico.
Formiamo una palla che lasciamo sul piano di lavoro coprendola con pellicola e con un panno.
Dopo circa 40 minuti con l'aiuto di un matterello stendiamo una sfoglia dello spessore di 1/2 cm circa. Con un coppapasta di 12 cm di diametro formiamo dei dischi. Con questa dose ne dovrebbero venire 9.
Se non abbiamo il coppapasta usiamo una coppetta o un pentolino dello stesso diametro. Naturalmente le focaccine soffici si possono fare anche più piccole, ad esempio per un buffet.
Mettiamo i dischi di pasta su una teglia rivestita di carta forno, copriamo con pellicola e facciamo lievitare fino a che raddoppiano di volume. Ci vorrà circa un'ora, un'ora e mezza.
Quando sono lievitati togliamo la pellicola e con le dita facciamo delle pressioni a formare le caratteristiche fossette...cinque sei per ogni focaccina, oppure bucherelliamo con una forchetta.
Diamo una spolverata di sale fino e cuociamo in forno statico già caldo a 180° per 20-25 minuti o in forno ventilato a 170° per lo stesso tempo, fino a quando le focaccine soffici non saranno dorate in superficie.
Mettiamo i dischi di pasta su una teglia rivestita di carta forno, copriamo con pellicola e facciamo lievitare fino a che raddoppiano di volume. Ci vorrà circa un'ora, un'ora e mezza.
Quando sono lievitati togliamo la pellicola e con le dita facciamo delle pressioni a formare le caratteristiche fossette...cinque sei per ogni focaccina, oppure bucherelliamo con una forchetta.
Diamo una spolverata di sale fino e cuociamo in forno statico già caldo a 180° per 20-25 minuti o in forno ventilato a 170° per lo stesso tempo, fino a quando le focaccine soffici non saranno dorate in superficie.


domenica 27 dicembre 2020

Involtini di speck e mozzarella


Gli involtini di speck e mozzarella, sono facilissimi da preparare, basterà mettere insieme gli ingredienti. Sono perfetti da servire come antipasto oppure durante un aperitivo come finger food o come secondo piatto per un pranzo tra amici, sono molto scenografici e di effetto. Volendo sopra si possono condire con un pò di pesto genovese o pesto di pistacchi.

Ingredienti: 
8 fettine di speck
8 mozzarelline
8 foglioline di rucola

Preparazione: Stendere una fetta di speck su un tagliere e piegarla a metà nel senso della lunghezza, arrotolare all'interno una mozzarellina, sgocciolata dalla sua acqua, e posizionare una fogliolina di rucola. Procedere così fino ad esaurimento degli ingredienti.

venerdì 25 dicembre 2020

Biscotti all'uvetta

I biscotti all'uvetta, sono facili e veloci da preparare e veramente buonissimi. E' una semplice pasta frolla morbida a cui si aggiunge l'uva passa. Perfetti da preparare con i vostri bambini! La ricetta è di Misya.

Ingredienti per 30-35 biscotti: 

220 gr di farina 00,
100 gr di zucchero,
80 gr di burro,
1 uovo,
1 cucchiaino di lievito per dolci (1/2 bustina),
120 gr di uvetta,
1 limone,
2 cucchiai di acqua

Come fare i biscotti all'uvetta: Mettere l'uvetta in una ciotola con 2 cucchiai di succo di limone e due cucchiai d'acqua. In una ciotola disponete la farina, il lievito, lo zucchero, il burro ammorbidito, la buccia grattugiata di limone, e l'uovo. Impasta fino a formare un composto omogeneo. Strizzate ora l'uvetta ed aggiungetela all'impasto. Con le mani leggermente inumidite formate delle palline e poggiatele su una teglia rivestita di carta forno. Infornate i biscotti all'uvetta in forno già caldo a 180° e cuocere per 10/15 minuti o fino a che risulteranno dorati. (non farli cuocere troppo così rimarranno morbidi). Lasciar intiepidire, poi servite i vostri biscotti all'uvetta.

Con il Bimby: Mettere l'uvetta in una ciotola con 2 cucchiai di succo di limone e due cucchiai d'acqua. Mettere nel boccale lo zucchero e lo burro: 1 min. vel.4. Aggiungere l’uovo: 30 sec. Vel.4. Aggiungere la farina, la buccia grattugiata di limone, un pizzico di sale e il lievito: 1 min. vel.4. Aggiungere l’uvetta strizzata: 15 sec. Vel.3 Antiorario.
 

giovedì 26 novembre 2020

Biscotti morbidi al limone


I biscotti morbidi al limone sono semplici, veloci e profumatissimi, dal sapore intenso di limone. Si sciolgono in bocca ad ogni morso. Non vi resta che provarli!!!

Ingredienti per circa 40 biscotti:  

110 g zucchero semolato,
succo e scorza di 1 limone,
1 uovo,
280 g farina 00,
100 g burro
(oppure 90 ml di olio di semi a piacere),
mezza bustina lievito per dolci,
un pizzico di sale,
150 gr di zucchero a velo per rotolare i biscotti

Preparazione: Montare lo zucchero semolato con il burro fino a formare una crema. Aggiungere l'uovo, poi una volta amalgamato, aggiungere la buccia grattugiata di limone e il succo. Infine aggiungere il lievito per dolci e la farina ed impastare fino ad ottenere un panetto morbido. Avvolgere nella pellicola trasparente e far riposare l'impasto in frigo per 1 ora oppure
in freezer 15 minuti. (questo passaggio serve per far mantenere la forma ai biscotti). Riprendere l'impasto e formare delle palline grandi quanto una noce (20 grammi) poi rotolarle nello zucchero semolato e nello zucchero a velo. Mettete su una teglia da forno ad una distanza di 5 – 6 cm e infornate a 170°. Cuocere per 10 minuti circa, fin quando non diventano dorati (e si forma qualche crepa sulla superficie). Sfornare, lasciar raffreddare e servire.

Con il Bimby: Mettete nel boccale lo zucchero e la buccia del limone grattugiata: 10 sec. vel. Turbo. Aggiungere l'uovo, la farina, il burro morbido e il succo di limone: 30 sec. vel. 4. Aggiungere il lievito: 10 sec. vel. 4. 

Conservare i Biscotti al limone: In una scatola di latte ben sigillati oppure in sacchetti di plastica per alimenti si conservano circa 1 mese fraganti e golosi! Pensate che dopo 3 – 4 giorni sono ancora più buoni.

Conchiglioni ripieni di ricotta e spinaci al forno

I conchiglioni ripieni di ricotta e spinaci al forno sono un primo ricco e saporito, 
semplice da realizzare ma che prevede alcuni passaggi, ma alla fine otterrete qualcosa di veramente goloso che sparirà in un attimo. Sono perfetti per la domenica o per le giornate di festa. Metteranno d'accordo veramente tutti.

  

Ingredienti per 4 persone:

250 gr di conchiglioni
 
Per il ripieno:
500 gr di spinaci, 
250 gr di ricotta,
1 uovo,
100 gr di parmigiano grattugiato,
sale fino q.b.,
pepe nero macinato q.b.  
 
Per la besciamella:
500 ml di latte,
50 gr di burro,
50 gr di farina,
un pizzico di noce moscata,
sale fino q.b.
 
Per il sugo di pomodoro:
400 gr di polpa di pomodoro,
1 spicchio di aglio,
sale fino q.b.,
olio evo q.b.  
 
Preparazione:  
Preparare il sugo di pomodoro: In una casseruola mettete poco olio, lo spicchio di aglio sbucciato ma lasciato intero e fate imbiondire. Unite poi il pomodoro, regolate di sale e lasciate cuocere per circa 10 minuti. Una volta pronto eliminate l’aglio e lasciate da parte il sugo.
Lessate i conchiglioni in abbondante acqua salata per la metà del tempo indicato sulla confezione, lasciandoli al dente. Poi scolateli, raffreddateli sotto un getto di acqua fredda e conditeli con un filo di olio per evitare che si attacchino tra loro.
Preparare la besciamella: In una seconda casseruola mettete il burro con la farina, il pizzico di noce moscata ed un pizzico di sale. Fate sciogliere il burro sul fuoco mescolando con un cucchiaio di legno, si formerà il roux, il composto base della besciamella. Fate cuocere alcuni minuti sempre mescolando. Aggiungete poi a filo il latte lavorando con una frusta in modo tale da non formare grumi. Quando avrete aggiunto tutto il latte mescolando con il cucchiaio di legno portate a bollore e fate cuocere qualche minuto in modo che la crema si addensi. Regolate di sale se necessario poi mettete da parte.
Ora preparate gli spinaci: Pulite, lavate e cuocete gli spinaci. Lasciateli raffreddare, strizzateli e tritateli grossolanamente e metteteli in una ciotola, unite la ricotta sgocciolata, il formaggio grattugiato, l’uovo e regolate di sale e di pepe. Amalgamate bene il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo.
Prendete una pirofila da forno e cospargete il fondo con poca besciamella e poco sugo di pomodoro.
Trasferite il ripieno di spinaci in un sac a poche (questo per facilitare il lavoro ma non è necessario) e riempite tutti i conchiglioni, sistemateli poi di man di mano nella teglia, mettendoli uno vicino all’altro.
Quando avrete riempito la pirofila condite i conchiglioni con la besciamella e con il pomodoro. Mettetene un pò per volta in maniera tale che se il condimento fosse troppo metterete solo il necessario.
Una volta pronti cuoceteli in forno preriscaldato a 200°C per circa 20 minuti. Si coloreranno in superficie formando una leggera crosticina. Serviteli caldi.

sabato 31 ottobre 2020

Fiocchi di brioche




I fiocchi di brioche sono perfetti per la colazione e la merenda di tutta la famiglia.  Sono realizzate con l'impasto del pan brioche. 
Dopo la fase di lievitazione, vi basterà formare delle palline con l'impasto e realizzare questi deliziosi nastrini. Il risultato finale saranno delle brioscine sofficissime e irresistibili, belle da vedere e buone da mangiare, da servire semplicemente spolverizzate con zucchero a velo. Ma ecco tutti i passaggi per prepararle.
Stanno facendo il giro del web, io li ho visti sulla pagina cookist da cui sono riuscita a prendere le immagini per rendervi la realizzazione più semplice, tra parentesi troverete le mie modifiche. Potete aumentare lo zucchero a 100 grammi se non volete farcirle oppure mantenerle meno dolci e farcirle con confetture, marmellate, Nutella, crema al latte, ecc.

Ingredienti:
60 ml di acqua calda;
100 ml di latte caldo;
6 g di lievito di birra secco o 10 gr di lievito di birra fresco;
40 g di zucchero;
6 g di sale;
1 uovo;
350 g di farina 00; (200 gr di farina Manitoba, 150 gr di farina 00)
55 g di burro.
Aroma a scelta (io ho usato una fialetta di aroma arancia)

Preparazione: Unite la farina con il sale, l'acqua calda, il latte caldo, lo zucchero, l'uovo e il lievito secco. Impastate e aggiungete il burro. Fate lievitare per 2 ore o fino al raddoppio. Ricavate 12 palline dall'impasto. Creare i fiocchi come mostrato nelle foto. Fatele lievitare per 30 minuti. Cospargete lo zucchero a velo sui fiocchi e cuocetele in forno a 180° per 8-10 minuti. Io li spennello subito con acqua e zucchero semolato per farli mantenere più morbidi a lungo.

Con il bimby: Pesare il burro e metterlo da parte. Mettere nel boccale il latte, l’acqua e il lievito di birra: 2 min. 37° vel. 1. Aggiungere l’uovo e zucchero: 30 sec. Vel. 5. Poi farina e sale: 5 min.Vel. Spiga. Durante i 5 minuti inserire il burro morbido dal foro, un pezzetto per volta.

domenica 4 ottobre 2020

Olive in crosta di Nadia Ambrogio

 


Le olive in crosta sono un antipasto sfizioso e originale, ideale da servire come finger food o per accompagnare un aperitivo.
Sono come le ciliegie, una tira l’altra, inoltre sono simpatiche da servire perché fino a quando non si mordono il ripieno non viene svelato.
Le olive in crosta sono semplicissime da realizzare, basta fare una pasta brisèe leggera al parmigiano, avvolgerla intorno alle olive snocciolate e dopo il riposo in frigo che fa mantenere la forma bella tonda, via in forno.
Vi consiglio di raddoppiare la dose della ricetta perché finiscono subito, inoltre potete congelarle sia da cotte che da crude; il giorno dopo sono buone sia mangiate fredde che riscaldate in forno.

Ingredienti:
 
54-60 olive verdi snocciolate, 
150 gr di farina, 
90 gr di parmigiano grattugiato (preferibilmente di media stagionatura), 
90 gr di burro morbido, 
3 cucchiai di acqua fredda

Preparazione:
Versate nel mixer la farina, il parmigiano, il burro morbido e l'acqua fredda e azionatelo fino a che si forma una palla liscia e omogenea. Se non dovesse formarsi, aggiungete un altro cucchiaio di acqua fredda. Prelevate l'impasto, compattatelo velocemente a mano, avvolgetelo nella pellicola trasparente e fatelo riposare in frigorifero per 30 minuti. Intanto sgocciolate le olive e fatele asciugare bene bene su dei fogli di carta da cucina. Staccate dall'impasto 60 pezzettini, grande poco più di un'oliva (di quelle che state utilizzando), rotolatelo leggermente tra le mani, quindi appiattitelo sul palmo di una mano aiutandovi con le dita o il palmo dell'altra. (Trovo che così sia molto pratico e veloce). Disponete un’oliva sull'impasto appiattito, avvolgetela nell'impasto sigillando tutti i bordi, quindi rotolate il tutto tra i palmi delle mani come per formare una polpettina. Proseguite così fino ad esaurimento dell'impasto. Man mano che preparate le olive, disponetele distanziate in una teglia rivestita di carta da forno e, alla fine, riponetele in frigo a riposare per almeno 2 ore, anche mezza giornata: il riposo in frigo è importantissimo in quanto aiuta a mantenere la forma durante la cottura, poichè l'impasto non è altro che una brisèe al parmigiano. Infornate le teglie in forno preriscaldato a 170° (ventilato) per circa 10/12 minuti o fino a completa doratura (a me sono occorsi circa 17-20 minuti). E’ importante non fare brunire troppo le olive, quindi controllate attentamente la cottura.

Note: la ricetta originale prevede un terzo delle dosi che vi propongo (18-20 olive verdi, 50 gr di farina, 50 gr di parmigiano, 30 gr di burro, 1 cucchiaio di acqua fredda), ma sono talmente buone che vi conviene farle in dose massiccia, anche perchè potete tranquillamente congelarle sia crude che cotte. Nel caso le congeliate crude, fatele scongelare in frigo in modo che si mantengano fredde prima di infornarle e mantengano, così, la loro forma. Sono buone anche il giorno dopo, sia fredde che appena riscaldate in forno.

Preparazione pasta briseè con il bimby: Versare nel boccale prima la farina e poi gli altri ingredienti, impastare: 20 sec. vel. 4-5.

Varianti della ricetta: si può aggiungere una mandorla o del formaggio Asiago all’interno dell’oliva.
Con la ricetta della brisèe al parmigiano si potrebbero anche avvolgere pezzetti di wurstel o cubetti di mortadella.

Confettura di fichi

Ogni anno sono sommersa dai tanti fichi che i nostri alberetti ci regalano e io come ogni anno mi metto all'opera per fare questa deliziosa confettura.
Devo dire che conquista ogni palato!
Utilizzando la pectina che è un alimento naturale estratto dalle mele e dagli agrumi, i tempi di cottura ed anche la quantità di zucchero, si riducono, ottenendo così una confettura con meno zucchero rispetto a quella fatta con il metodo classico.
Si presta a tanti utilizzi, perfetta per la colazione o per accompagnare formaggi.  

Ingredienti: 
1 kg di fichi
350 gr di zucchero
1 bustina di Fruttapec 3:1

*Fruttapec è a base di pectina che viene estratta dalla frutta (mele e agrumi) e serve per far gelificare velocemente la marmellata, senza alterarne il sapore o l’odore, per questa confettura potete anche non usarlo, io lo uso per ridurre i tempi di cottura, ma non rispetto quelli indicati in confezione.

Preparazione: Lavare i fichi e asciugarli per bene, tagliarli a pezzettini e metterli in una pentola alta. 
Mescolare il Fruttapec 3:1 con lo zucchero, aggiungerlo a freddo alla frutta e portare ad ebollizione. 
Far bollire sempre mescolando per 3 minuti circa, quando la nostra confettura è pronta togliamo dal fuoco e fare dissolvere la schiuma che eventualmente si sarà formata mescolando per 1 minuto circa.
Per valutare la consistenza della confettura e per capire se è pronta fate una prova raffreddandone un paio di cucchiaini su di un piattino se la confettura non cola o cola lentamente, alzando il piatto la confettura è pronta.
Trasferire la confettura ancora bollente nei vasetti precedentemente sterilizzati, tappare e capovolgere i vasetti a testa in giù per creare il sottovuoto, lasciarli a testa in giù per almeno 15 minuti. Quando sarà fredda la confettura sarà pronta da gustare.

Confettura di susine gialle

La confettura di susine gialle è una delle conserve simbolo dell'estate. Ottima spalmata sul pane o per farcire le crostate, torte e biscotti. Semplice da preparare e naturale, è ottima per colazione o per merenda. 

Ingredienti: 
1 kg di susine gialle
500 gr di zucchero
1 bustina di Fruttapec 2:1

*Fruttapec è a base di pectina che viene estratta dalla frutta (mele e agrumi) e serve per far gelificare velocemente la marmellata, senza alterarne il sapore o l’odore, per questa confettura potete anche non usarlo, io lo uso per ridurre i tempi di cottura, ma non rispetto quelli indicati in confezione.

Preparazione: Lavate le susine, tagliatele a metà con un coltello, rimuovete il nocciolo e tagliatele in quarti e metterle in una pentola alta. 
Mescolare il Fruttapec 2:1 con lo zucchero, aggiungerlo a freddo alla frutta e portare ad ebollizione. 
Far bollire sempre mescolando per 3 minuti circa, quando la nostra confettura è pronta togliamo dal fuoco e facciamo dissolvere la schiuma che eventualmente si sarà formata mescolando per 1 minuto circa.
Per valutare la consistenza della confettura e per capire se è pronta fate una prova raffreddandone un paio di cucchiaini su di un piattino se la marmellata non cola o cola lentamente, alzando il piatto la confettura è pronta.
Trasferire la confettura ancora bollente nei vasetti precedentemente sterilizzati, tappare e capovolgere i vasetti a testa in giù per creare il sottovuoto, lasciarli a testa in giù per almeno 15 minuti. Quando sarà fredda la confettura sarà pronta da gustare.

Come fare la marmellata di susine con il Bimby:
Lavate le susine, privatele dei noccioli e tagliatele a pezzettoni fino ad avere la quantità richiesta. Mettete la frutta nel boccale del Bimby e lavorate a velocità 5 per 15 secondi.
Aggiungete lo zucchero e il Fruttapec. Cuocete a 100°C per 25 minuti a velocità 2. Trascorso questo tempo verificate la consistenza della confettura: se dovesse risultare troppo liquida proseguite la cottura per altri 10 minuti in modalità Varoma a velocità 2.
Versate subito la marmellata nei vasi di vetro sterilizzati, chiudete con i coperchi e capovolgete. Lasciate raffreddare.

giovedì 13 agosto 2020

Spiedini di melone, prosciutto crudo e uva

Gli spiedini di melone, prosciutto crudo e uva sono perfetti in estate, da servire come antipasto oppure durante un aperitivo come finger food o come secondo piatto per un pranzo tra amici, sono molto scenografici e di effetto.

Ingredienti: 
1 melone cantalupo
prosciutto crudo a fette
Uva bianca 

Inoltre: 
spiedini di legno

Preparazione: Staccate gli acini dal raspo, lavateli e metteteli da parte.
Prendete un melone e tagliatelo dalla parte corta, eliminate la buccia e ricavate dei cubetti non troppo piccoli. Stendete una fetta di prosciutto crudo su un tagliere e dividetela a metà con un coltello nel senso della lunghezza, arrotolatela su se stessa senza stringere troppo (oppure potete piegarle su se stesse a pacchettino). Ora non ci resta che comporre gli spiedini iniziando dal melone, poi il prosciutto crudo e infine l'uva. Continuate così fino ad esaurimento degli ingredienti. Servite gli spiedini su un piatto da portata.

venerdì 7 agosto 2020

Zucchine sott'olio - Ricetta senza cottura

Per tutta la stagione estiva in Calabria, così come in tutto il Sud, si preparano deliziose conserve di verdure sott’olio o sott’aceto.
Oggi, vedremo in particolare come si preparano le zucchine sott’olio alla Calabrese. 
Le zucchine sott’olio si preparano molto velocemente e non hanno bisogno di grandi accorgimenti. Sono perfette per condire delle bruschette fragranti ancora calde, oppure, dei succulenti panini. Si prestano anche a fare da contorno a buonissimi piatti di pesce o di carne. Ora che le zucchine abbondano nei vostri orti e sui banchi dei mercati rionali o nei supermercati, cosa aspettate a farne una bella scorta per il lungo inverno? Avrete così sempre a portata di mano delle gustose zucchine e eviterete sprechi inutili.
Mi raccomando di comprare sempre zucchine sode, dal colore verde brillante e di media dimensione, non trascurando mai la buona qualità del prodotto stesso.

Ingredienti: 
zucchine, 
sale qb, 
aceto di vino bianco, 
qualche spicchio d’aglio, 
peperoncino se gradito, 
foglioline di menta fresca, 
origano.  

Strumenti: 
vasetti con coperchio


Preparazione:
Mettete a sterilizzare i barattoli con coperchi in acqua bollente e fateli asciugare su un canovaccio.
Lavare e asciugare le zucchine ed eliminare le estremità, tagliatele a bastoncini.
Togliere i semi e tagliare a striscioline anche un peperone giallo e uno rosso.
Mettere in una ciotola e salare (in questo modo le zucchine perderanno la loro acqua di vegetazione quindi si conserveranno meglio).
Porre come peso un piatto a contatto con le zucchine e sopra una pentola piena d’acqua e lasciare riposare per 3-4 ore.
Trascorso il tempo di riposo, stringere le zucchine a piccole quantità tra le mani o con l’aiuto del torchietto (anche con lo schiacciapatate se non avete il torchietto), in modo da eliminare l’acqua di vegetazione.
Versare abbondante aceto in modo da coprire e rimettere il peso sopra. Lasciare riposare per altre 3-4 ore. Trascorso il tempo di riposo eliminare l’aceto, stringere le zucchine a piccole quantità tra le mani o con l’aiuto del torchietto. Rimettete il tutto nella ciotola e conditele con abbondante olio di oliva, pezzettini di aglio e se si vuole, anche con origano, peperoncino o della menta fresca.
Prendete i barattoli precedentemente sterilizzati, mettete le zucchine nei barattoli poche per volta, pressatele bene con le mani, copritele con l’olio di oliva fino all’orlo. Lasciare mezzo cm di spazio tra le zucchine e l’orlo, perchè le zucchine ben pressate dovranno essere ricoperte con cura di olio. Lasciate le zucchine sott’olio in un luogo fresco e aspettate un’oretta prima di sigillare. Controllate il livello dell’olio, aggiungetene altro fino a coprirle.
Richiudete per bene i vasetti. Ora non vi resta che sterilizzare i vasetti a bagnomaria: mettete un canovaccio sul fondo di un tegame alto, allineateci sopra i vasetti e ricopriteli completamente di acqua fredda. Portate a bollore e fate bollire per 30 minuti, spegnete il fuoco, coprite con un coperchio e lasciate raffreddare completamente prima di estrarre i vasetti.  Asciugarli e riporli in un luogo asciutto e fresco. Consumateli dopo almeno un mese e una volta aperti conservate i vasetti in frigo.

giovedì 30 luglio 2020

Frittata di patate senza uova di Fiumefreddo Bruzio



La frittata di patate senza uova, è un piatto tipico di Fiumefreddo Bruzio, un paesino della provincia di Cosenza (Calabria), luogo turistico inserito, dal novembre del 2005, nel prestigioso club dei Borghi più belli d'Italia.
E’ una preparazione a base di patate
E' un secondo piatto vegano, saporito o un contorno che sta bene con tutto.
Vi chiederete come sia possibile fare una frittata senza uova? Semplice! La farina e l’amido delle patate tagliate a fettine agiscono da collante compattando la frittata durante la cottura.
A fine cottura la frittata si presenta ben rosolata e croccante fuori ma morbida e umida al centro.

Ingredienti per 4 persone:
1,2 kg di patate pasta gialla pelate e lavate
70 g di farina 00
sale q.b.
1 pizzico di origano secco
1 pizzico di peperoncino macinato grosso
1 spicchio d'aglio
olio q.b. per la frittura

Preparazione: Sbucciare, lavare le patate, tamponarle con carta cucina per eliminare l’acqua in eccesso e tagliarle a fettine con una mandolina (le fettine non devono essere grosse ma neanche trasparenti!).
Una volta finite di affettare, metterle in una ciotola, smuovete un pò le fettine con le mani per farle staccare le une dalle altre, salate, spolverizzate l'origano che deve essere molto fine e pepate, mescolatele per distribuire bene il tutto. Fatto ciò versate la farina e rigirate ancora in modo che le fettine si appiccicano tra di loro. Non vi preoccupate se la farina non copre ogni singola fetta, non è l'effetto che desideriamo.
In una padella antiaderente versare un generoso filo d’olio evo, far scaldare e aggiungete le patate nell'olio caldo e con l'aiuto di un mestolo appiattite bene tutte le patate in modo da formare una sorta di tortino, mettete l'aglio in un angolino. Coprite con un coperchio. Cuocete a fuco moderato per circa 30 minuti.
Trascorso il tempo verificare la cottura delle patate infilzandole con una forchetta, alzare il coperchio e smuovere il tegame per controllare che sotto si sia creata una crosticina dorata e compatta che permetterà di poter rivoltare la frittata senza problemi.
Con l’aiuto di un piatto girare la frittata di patate avendo cura di raccogliere l’olio in un piatto. Continuare la cottura, aggiungendo un pò dell’olio raccolto, per altri 20 minuti a fuoco basso e senza coperchio. Trasferire la frittata di patate senza uova su di un piatto da portata, tamponare con carta cucina per eliminare l’olio in eccesso. Servire la frittata di patate calda tagliata e fette.

CONSIGLIO: la frittata si può preparare in anticipo e poco prima di servirla va riscaldata in forno a 180°C. Ottima anche fredda!

mercoledì 29 luglio 2020

Melanzane con acciughe e pomodori al forno alla calabrese


Le melanzane con acciughe e pomodorini al forno alla calabrese, sono un piatto gustoso e semplice, perfetto come contorno ma anche per l’antipasto. E'una ricetta antica che la mia famiglia si tramanda da anni.
Vi consiglio di acquistare delle melanzane non troppo grandi, e comunque tutte più o meno della stessa grandezza, per facilitare una cottura omogenea. Nel caso in cui non le abbiate, in casa o non le troviate al supermercato, usate altre tipologie tagliandole in più parti sempre a ricavare delle piccole barchette.
Se volete potete aggiungere anche un pezzettino di provola o scamorza per rendere ancora più saporite le melanzane.
 
Ingredienti per 8 porzioni: 
4 melanzane piccole,
8 pomodorini o pomodori San Marzano tagliati a striscioline,
8 filetti di acciuga
pangrattato,
olio di oliva
sale
origano


Preparazione: Lavate le melanzane, eliminate il picciolo, tagliatele a metà, fare 3 incisioni all'interno della polpa e fatele cuocere per 10 minuti circa in abbondante acqua (senza sale). Scolatele, disponetele in uno scolapasta con l’interno della melanzana verso il basso, sistematevi sopra un peso e fatele sgocciolare per 3 o 4 ore.
Strizzate delicatamente le melanzane con le mani, disponetele in una teglia irrorata con olio di oliva. 

Farcite due incisioni della melanzana con pomodori tagliati a listarelle e uno con un filetto d'acciuga, cospargete con un pò di mollica di pane e origano. Irrorate con olio di oliva e cuocete in forno a 200° per circa mezz’ora, fino a quando le melanzane saranno asciutte e dorate in superficie. Spegnete il forno, lasciate intiepidire nel forno spento per una ventina di minuti, poi servite.

Melanzane a filetti sott'olio - Ricetta senza cottura


Le melanzane sott'olio sono una deliziosa conserva a base di verdure da poter gustare tutto l'anno, soprattutto durante l'inverno. Il procedimento è un pò lungo ma ne vale veramente la pena.
Si possono servire accompagnate a crostini di pane, portando in tavola deliziosi finger food per aperitivo, ma sono anche ideali per arricchire antipasti o come contorno.
Questa ricetta che vi propongo è quella di famiglia che faceva mia nonna e poi tramandata a mia mamma. Ogni famiglia ha la sua ricetta che può variare in base ai propri gusti personali.

Melanzane sott’olio (ricetta senza cottura)

Ingredienti: 
melanzane ovali nere, 
sale qb, 
aceto di vino bianco, 
qualche spicchio d’aglio, 
peperoncino se gradito, 
foglioline di menta fresca, 
origano.  

Strumenti: 
vasetti con coperchio, 
guanti

Preparazione:
Mettete a sterilizzare i barattoli con coperchi in acqua bollente e fateli asciugare su un canovaccio.
Lavare e asciugare le melanzane. Mettetevi dei guanti per evitare che le mani vi diventino nere. Eliminate le estremità, sbucciare, tagliare prima a fettine dello spessore di ½ cm nel senso della lunghezza e poi ogni fetta a listarelle. Mettere in una ciotola e salare (in questo modo le melanzane perderanno l’amaro e la loro acqua di vegetazione quindi si conserveranno meglio). Sbucciare e tagliare sempre 2 melanzane per volta. Porre come peso un piatto a contatto con le melanzane e sopra una pentola piena d’acqua e lasciare riposare per 24 ore.
Trascorso il tempo di riposo, stringere le melanzane a piccole quantità tra le mani o con l’aiuto del torchietto (anche con lo schiacciapatate se non avete il torchietto), in modo da eliminare l’acqua di vegetazione.
Versare abbondante aceto in modo da coprire e rimettere il peso sopra. Lasciare riposare per altre 24 ore. Il giorno dopo eliminare l’aceto, stringere le melanzane a piccole quantità tra le mani o con l’aiuto del torchietto. Rimettete il tutto nella ciotola e conditele con abbondante olio di oliva, pezzettini di aglio e se si vuole, anche con origano, peperoncino o della menta fresca.

Prendete i barattoli precedentemente sterilizzati, mettete le melanzane nei barattoli poche per volta, pressatele bene con le mani, copritele con l’olio di oliva fino all’orlo. Lasciare mezzo cm di spazio tra le melanzane e l’orlo, perchè le melanzane ben pressate dovranno essere ricoperte con cura di olio. Lasciate le melanzane sott’olio in un luogo fresco e aspettate un’oretta prima di sigillare.
Controllate il livello dell’olio, aggiungetene altro fino a coprirle.
Chiudete ermeticamente i vostri vasetti di melanzane e lasciatele riposare in un luogo fresco al buio per almeno 1 settimana prima di consumarle.
Una volta aperto il barattolo conservatele in frigorifero coperte sempre di olio, aggiungetene fino a coprirle.

E’ possibile aggiungere carote, sedano, peperoni. Vengono bene anche con le melanzane tonde viola.


Impepata di cozze in bianco cotte con il Bimby

L'impepata di cozze in bianco cotte con il Bimby, è un piatto di mare delizioso ed economico. Con il bimby è facilissimo cuocerle a vapore e ne risulterà un piatto gustoso da leccarsi i baffi! La ricetta è di Ricette per bimby.

Ingredienti:  
un rametto prezzemolo, 
½ cucchiaino pepe nero in grani
2 spicchi aglio, 
30 g olio extravergine di oliva, 
1,5 kg cozze, 
750 g acqua, 
q.b. vino bianco, 
q.b. (tostato) pane

Preparazione: Pulire, lavare e asciugare bene le foglie del prezzemolo e metterle nel boccale con il pepe in grani: 10 sec. vel. 8. Mettere da parte. Mettere nel boccale (anche sporco) l'aglio e l'olio: 5 sec. vel. 6. Mettere da parte. Mettere nel boccale l'acqua con i gambi del prezzemolo e distribuire le cozze (lavate e pulite) nella campana del Varoma rivestita con carta forno.  Spolverizzare le cozze con il composto di prezzemolo e pepe e con l'olio e l'aglio e un pò di vino. Posizionare il Varoma: 30 min. temp. Varoma vel. 2. Trasferire le cozze in una pirofila, servirla con il sughetto formatosi nel Varoma durante la cottura e accompagnare a piacere con del pane tostato.

Vi va di diventare fan della mia pagina su facebook ed essere così sempre aggiornati sulle nuove ricette che pubblico? Allora cliccate QUI e poi mettete MI PIACE. Grazieee
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...