venerdì 7 agosto 2020

Zucchine sott'olio - Ricetta senza cottura

Per tutta la stagione estiva in Calabria, così come in tutto il Sud, si preparano deliziose conserve di verdure sott’olio o sott’aceto.
Oggi, vedremo in particolare come si preparano le zucchine sott’olio alla Calabrese. 
Le zucchine sott’olio si preparano molto velocemente e non hanno bisogno di grandi accorgimenti. Sono perfette per condire delle bruschette fragranti ancora calde, oppure, dei succulenti panini. Si prestano anche a fare da contorno a buonissimi piatti di pesce o di carne. Ora che le zucchine abbondano nei vostri orti e sui banchi dei mercati rionali o nei supermercati, cosa aspettate a farne una bella scorta per il lungo inverno? Avrete così sempre a portata di mano delle gustose zucchine e eviterete sprechi inutili.
Mi raccomando di comprare sempre zucchine sode, dal colore verde brillante e di media dimensione, non trascurando mai la buona qualità del prodotto stesso.

Ingredienti: 
zucchine, 
sale qb, 
aceto di vino bianco, 
qualche spicchio d’aglio, 
peperoncino se gradito, 
foglioline di menta fresca, 
origano.  

Strumenti: 
vasetti con coperchio


Preparazione:
Mettete a sterilizzare i barattoli con coperchi in acqua bollente e fateli asciugare su un canovaccio.
Lavare e asciugare le zucchine ed eliminare le estremità, tagliatele a bastoncini.
Togliere i semi e tagliare a striscioline anche un peperone giallo e uno rosso.
Mettere in una ciotola e salare (in questo modo le zucchine perderanno la loro acqua di vegetazione quindi si conserveranno meglio).
Porre come peso un piatto a contatto con le zucchine e sopra una pentola piena d’acqua e lasciare riposare per 3-4 ore.
Trascorso il tempo di riposo, stringere le zucchine a piccole quantità tra le mani o con l’aiuto del torchietto (anche con lo schiacciapatate se non avete il torchietto), in modo da eliminare l’acqua di vegetazione.
Versare abbondante aceto in modo da coprire e rimettere il peso sopra. Lasciare riposare per altre 3-4 ore. Trascorso il tempo di riposo eliminare l’aceto, stringere le zucchine a piccole quantità tra le mani o con l’aiuto del torchietto. Rimettete il tutto nella ciotola e conditele con abbondante olio di oliva, pezzettini di aglio e se si vuole, anche con origano, peperoncino o della menta fresca.
Prendete i barattoli precedentemente sterilizzati, mettete le zucchine nei barattoli poche per volta, pressatele bene con le mani, copritele con l’olio di oliva fino all’orlo. Lasciare mezzo cm di spazio tra le zucchine e l’orlo, perchè le zucchine ben pressate dovranno essere ricoperte con cura di olio. Lasciate le zucchine sott’olio in un luogo fresco e aspettate un’oretta prima di sigillare. Controllate il livello dell’olio, aggiungetene altro fino a coprirle.
Richiudete per bene i vasetti. Ora non vi resta che sterilizzare i vasetti a bagnomaria: mettete un canovaccio sul fondo di un tegame alto, allineateci sopra i vasetti e ricopriteli completamente di acqua fredda. Portate a bollore e fate bollire per 30 minuti, spegnete il fuoco, coprite con un coperchio e lasciate raffreddare completamente prima di estrarre i vasetti.  Asciugarli e riporli in un luogo asciutto e fresco. Consumateli dopo almeno un mese e una volta aperti conservate i vasetti in frigo.

giovedì 30 luglio 2020

Frittata di patate senza uova di Fiumefreddo Bruzio



La frittata di patate senza uova, è un piatto tipico di Fiumefreddo Bruzio, un paesino della provincia di Cosenza (Calabria), luogo turistico inserito, dal novembre del 2005, nel prestigioso club dei Borghi più belli d'Italia.
E’ una preparazione a base di patate
E' un secondo piatto vegano, saporito o un contorno che sta bene con tutto.
Vi chiederete come sia possibile fare una frittata senza uova? Semplice! La farina e l’amido delle patate tagliate a fettine agiscono da collante compattando la frittata durante la cottura.
A fine cottura la frittata si presenta ben rosolata e croccante fuori ma morbida e umida al centro.

Ingredienti per 4 persone:
1,2 kg di patate pasta gialla pelate e lavate
70 g di farina 00
sale q.b.
1 pizzico di origano secco
1 pizzico di peperoncino macinato grosso
1 spicchio d'aglio
olio q.b. per la frittura

Preparazione: Sbucciare, lavare le patate, tamponarle con carta cucina per eliminare l’acqua in eccesso e tagliarle a fettine con una mandolina (le fettine non devono essere grosse ma neanche trasparenti!).
Una volta finite di affettare, metterle in una ciotola, smuovete un pò le fettine con le mani per farle staccare le une dalle altre, salate, spolverizzate l'origano che deve essere molto fine e pepate, mescolatele per distribuire bene il tutto. Fatto ciò versate la farina e rigirate ancora in modo che le fettine si appiccicano tra di loro. Non vi preoccupate se la farina non copre ogni singola fetta, non è l'effetto che desideriamo.
In una padella antiaderente versare un generoso filo d’olio evo, far scaldare e aggiungete le patate nell'olio caldo e con l'aiuto di un mestolo appiattite bene tutte le patate in modo da formare una sorta di tortino, mettete l'aglio in un angolino. Coprite con un coperchio. Cuocete a fuco moderato per circa 30 minuti.
Trascorso il tempo verificare la cottura delle patate infilzandole con una forchetta, alzare il coperchio e smuovere il tegame per controllare che sotto si sia creata una crosticina dorata e compatta che permetterà di poter rivoltare la frittata senza problemi.
Con l’aiuto di un piatto girare la frittata di patate avendo cura di raccogliere l’olio in un piatto. Continuare la cottura, aggiungendo un pò dell’olio raccolto, per altri 20 minuti a fuoco basso e senza coperchio. Trasferire la frittata di patate senza uova su di un piatto da portata, tamponare con carta cucina per eliminare l’olio in eccesso. Servire la frittata di patate calda tagliata e fette.

CONSIGLIO: la frittata si può preparare in anticipo e poco prima di servirla va riscaldata in forno a 180°C. Ottima anche fredda!

mercoledì 29 luglio 2020

Melanzane con acciughe e pomodori al forno alla calabrese


Le melanzane con acciughe e pomodorini al forno alla calabrese, sono un piatto gustoso e semplice, perfetto come contorno ma anche per l’antipasto. E'una ricetta antica che la mia famiglia si tramanda da anni.
Vi consiglio di acquistare delle melanzane non troppo grandi, e comunque tutte più o meno della stessa grandezza, per facilitare una cottura omogenea. Nel caso in cui non le abbiate, in casa o non le troviate al supermercato, usate altre tipologie tagliandole in più parti sempre a ricavare delle piccole barchette.
Se volete potete aggiungere anche un pezzettino di provola o scamorza per rendere ancora più saporite le melanzane.
 
Ingredienti per 8 porzioni: 
4 melanzane piccole,
8 pomodorini o pomodori San Marzano tagliati a striscioline,
8 filetti di acciuga
pangrattato,
olio di oliva
sale
origano


Preparazione: Lavate le melanzane, eliminate il picciolo, tagliatele a metà, fare 3 incisioni all'interno della polpa e fatele cuocere per 10 minuti circa in abbondante acqua (senza sale). Scolatele, disponetele in uno scolapasta con l’interno della melanzana verso il basso, sistematevi sopra un peso e fatele sgocciolare per 3 o 4 ore.
Strizzate delicatamente le melanzane con le mani, disponetele in una teglia irrorata con olio di oliva. 

Farcite due incisioni della melanzana con pomodori tagliati a listarelle e uno con un filetto d'acciuga, cospargete con un pò di mollica di pane e origano. Irrorate con olio di oliva e cuocete in forno a 200° per circa mezz’ora, fino a quando le melanzane saranno asciutte e dorate in superficie. Spegnete il forno, lasciate intiepidire nel forno spento per una ventina di minuti, poi servite.

Melanzane a filetti sott'olio - Ricetta senza cottura


Le melanzane sott'olio sono una deliziosa conserva a base di verdure da poter gustare tutto l'anno, soprattutto durante l'inverno. Il procedimento è un pò lungo ma ne vale veramente la pena.
Si possono servire accompagnate a crostini di pane, portando in tavola deliziosi finger food per aperitivo, ma sono anche ideali per arricchire antipasti o come contorno.
Questa ricetta che vi propongo è quella di famiglia che faceva mia nonna e poi tramandata a mia mamma. Ogni famiglia ha la sua ricetta che può variare in base ai propri gusti personali.

Melanzane sott’olio (ricetta senza cottura)

Ingredienti: 
melanzane ovali nere, 
sale qb, 
aceto di vino bianco, 
qualche spicchio d’aglio, 
peperoncino se gradito, 
foglioline di menta fresca, 
origano.  

Strumenti: 
vasetti con coperchio, 
guanti

Preparazione:
Mettete a sterilizzare i barattoli con coperchi in acqua bollente e fateli asciugare su un canovaccio.
Lavare e asciugare le melanzane. Mettetevi dei guanti per evitare che le mani vi diventino nere. Eliminate le estremità, sbucciare, tagliare prima a fettine dello spessore di ½ cm nel senso della lunghezza e poi ogni fetta a listarelle. Mettere in una ciotola e salare (in questo modo le melanzane perderanno l’amaro e la loro acqua di vegetazione quindi si conserveranno meglio). Sbucciare e tagliare sempre 2 melanzane per volta. Porre come peso un piatto a contatto con le melanzane e sopra una pentola piena d’acqua e lasciare riposare per 24 ore.
Trascorso il tempo di riposo, stringere le melanzane a piccole quantità tra le mani o con l’aiuto del torchietto (anche con lo schiacciapatate se non avete il torchietto), in modo da eliminare l’acqua di vegetazione.
Versare abbondante aceto in modo da coprire e rimettere il peso sopra. Lasciare riposare per altre 24 ore. Il giorno dopo eliminare l’aceto, stringere le melanzane a piccole quantità tra le mani o con l’aiuto del torchietto. Rimettete il tutto nella ciotola e conditele con abbondante olio di oliva, pezzettini di aglio e se si vuole, anche con origano, peperoncino o della menta fresca.

Prendete i barattoli precedentemente sterilizzati, mettete le melanzane nei barattoli poche per volta, pressatele bene con le mani, copritele con l’olio di oliva fino all’orlo. Lasciare mezzo cm di spazio tra le melanzane e l’orlo, perchè le melanzane ben pressate dovranno essere ricoperte con cura di olio. Lasciate le melanzane sott’olio in un luogo fresco e aspettate un’oretta prima di sigillare.
Controllate il livello dell’olio, aggiungetene altro fino a coprirle.
Chiudete ermeticamente i vostri vasetti di melanzane e lasciatele riposare in un luogo fresco al buio per almeno 1 settimana prima di consumarle.
Una volta aperto il barattolo conservatele in frigorifero coperte sempre di olio, aggiungetene fino a coprirle.

E’ possibile aggiungere carote, sedano, peperoni. Vengono bene anche con le melanzane tonde viola.


Impepata di cozze in bianco cotte con il Bimby

L'impepata di cozze in bianco cotte con il Bimby, è un piatto di mare delizioso ed economico. Con il bimby è facilissimo cuocerle a vapore e ne risulterà un piatto gustoso da leccarsi i baffi! La ricetta è di Ricette per bimby.

Ingredienti:  
un rametto prezzemolo, 
½ cucchiaino pepe nero in grani
2 spicchi aglio, 
30 g olio extravergine di oliva, 
1,5 kg cozze, 
750 g acqua, 
q.b. vino bianco, 
q.b. (tostato) pane

Preparazione: Pulire, lavare e asciugare bene le foglie del prezzemolo e metterle nel boccale con il pepe in grani: 10 sec. vel. 8. Mettere da parte. Mettere nel boccale (anche sporco) l'aglio e l'olio: 5 sec. vel. 6. Mettere da parte. Mettere nel boccale l'acqua con i gambi del prezzemolo e distribuire le cozze (lavate e pulite) nella campana del Varoma rivestita con carta forno.  Spolverizzare le cozze con il composto di prezzemolo e pepe e con l'olio e l'aglio e un pò di vino. Posizionare il Varoma: 30 min. temp. Varoma vel. 2. Trasferire le cozze in una pirofila, servirla con il sughetto formatosi nel Varoma durante la cottura e accompagnare a piacere con del pane tostato.

mercoledì 22 luglio 2020

Fusilli cremosi ai peperoni


La pasta cremosa ai peperoni è un primo piatto colorato, semplice e squisito da preparare.

Ideale quando non si ha molto tempo a disposizione e non si vuole rinunciare a un piatto caldo fatto in casa. Vi servirà solo della pasta, un peperone e due cucchiai di formaggio spalmabile. La ricetta è di Fatto in casa da Benedetta.
 

Ingredienti per 4 persone:
350 / 400 g di pasta 

2 peperoni (uno rosso e uno giallo)
100 g di formaggio spalmabile
rosmarino
sale q.b.

Preparazione: Lavate e tagliate a metà il peperone ( potete usare anche peperoni di colori diversi), eliminate i semi e le venature interne. Tagliate il peperone a striscioline.
Trasferite il peperone in una capiente padella e aggiungete l’olio extra vergine di oliva e il sale q.b.

Unite il rosmarino e cuocete per circa 10-15 minuti a fuoco medio. Nel frattempo fate bollire l’acqua per la pasta, potete scegliere la tipologia di pasta che più preferite.
Unite infine due cucchiai di formaggio spalmabile e un mestolo di acqua di cottura della pasta. Aggiungete la pasta e amalgamate bene in padella. La nostra pasta è pronta, servitela calda!

martedì 14 luglio 2020

Girelle di mozzarella

Le girelle di mozzarella si preparano in un lampo e sono una vera delizia. Perfette per un aperitivo, per una festa, per un buffet. Consiglio di arrotolare ben stretta la soglia di mozzarella e conservarla in frigorifero per almeno un'oretta. In questo tempo la sfoglia prende la forma a girella che rimarrà poi intatta al taglio, per un effetto davvero scenografico. Le girelle di mozzarella si conservano in frigo e si mantengono per 1-2 giorni.

Ingredienti:
1 sfoglia di mozzarella da 250 gr,
150 gr di prosciutto cotto,
25 gr di rucola,
80 gr di funghetti sott'olio,
sale
pepe nero,
origano

Preparazione: Srotolate il rotolo di mozzarella e farcitelo con le fette di prosciutto cotto. Mettete poi la rucola, i funghetti sott'olio sgocciolati e condite il tutto con sale, pepe nero e origano.
Quando assemblate gli ingredienti cercate di lasciare un paio di cm liberi dal bordo finale per evitare che il ripieno fuoriesca. Arrotolate quindi il rotolo di mozzarella su se stesso mantenendolo ben stretto.
Chiudete il rotolo così ottenuto con la pellicola per alimenti e conservarla in frigorifero per un'oretta per farle prendere bene la forma. Trascorso il riposo in frigo, riprendete il rotolo di sfoglia ed affettatelo, con un coltello ben affilato, poi togliete la pellicola ad ogni fettina e disponete le girelle in un piatto da portata per servirle.

lunedì 6 luglio 2020

Involtini di carne ripieni di prosciutto cotto e formaggio


Gli involtini di carne ripieni al prosciutto cotto e formaggio, facili e veloci da fare, questi involtini diventeranno il vostro cavallo di battaglia. Si preparano in padella in pochi minuti, si consiglia di scegliere fettine di lonza sottili. Riscuoteranno grande successo. Io li ho serviti con un contorno di piselli e carote. La ricetta è di Fatto in casa da Benedetta.

Ingredienti:
8 fettine sottili di lonza di maiale,
4 fette di prosciutto cotto,
4 fette di formaggio tipo edamer,
1 spicchio d'aglio,
1 rametto di rosmarino,
40 ml di acqua o di vino bianco,
olio di oliva,
sale 
 
Preparazione: In ognuna delle fettine di maiale posiamo mezza fetta di prosciutto cotto e mezza fetta di formaggio, arrotoliamo e infiliamo lo stuzzicadenti per chiudere bene l'involtino. In una padella capiente scaldiamo un pò di olio di oliva, tritiamo uno spicchio d'aglio e spezzettiamo un rametto di rosmarino. Quando l'olio inizia a soffriggere mettiamo gli involtini in padella. Facciamo rosolare da un lato, poi li giriamo per rosolare dall'altro lato, ci vorranno 3- 4 minuti. Quindi versiamo 40 ml di acqua o di vino bianco, mettiamo il coperchio e lasciamo cuocere per 5 minuti circa, a metà cottura giriamo gli involtini e aggiungiamo il sale a piacere, rimettiamo il coperchio. Serviamo gli involtini di carne caldi, sono semplicissimi ma gustosi.

Uova in purgatorio

Le uova in purgatorio sono un piatto economico, facile e velocissimo da fare, tipico della tradizione campana, dette anche "ova ‘mpriatorio" o "uova a zuppetell".
Il nome di questa pietanza fa riferimento alle anime del purgatorio che vengono rappresentate avvolte dalle fiamme: in questa preparazione, infatti, il bianco delle uova si perde tra il rosso della salsa di pomodoro.
Per rendere le uova in purgatorio ancora più golose, a fine cottura, spolverate con un pò di pepe, profumate con basilico e fate una generosa spolverata di parmigiano in modo che sciogliendosi rilascia tutta la sua bontà.
Il trucchetto per avere delle uova perfettamente digeribili è non farle cuocere troppo, in questo modo oltre a rimanere i tuorli morbidi saranno anche più leggere.

Ingredienti: 
1/2 cipolla, 
olio, 
1 spicchio d’aglio, 
250 ml di passata di pomodoro, 
sale, zucchero, 
2 uova, 
basilico
Procedimento: Affettare la cipolla e rosolarla in padella con l’olio e l’aglio. Aggiungere la passata di pomodoro e un pizzico di sale e uno di zucchero. Cuocere per circa 10 minuti.
Rompere le uova molto delicatamente sul sugo. Coprire col coperchio e cuocere a fuoco dolce per circa 5-8 minuti. Completare con basilico e sale.

Consigli:
  • Non fate stra cuocere l'uovo in questo modo oltre a rimanere il tuorlo bello morbido sarà anche più leggero e digeribile.
  • Per mettere l'uovo intero nel pomodoro apritelo prima in una ciotolina e poi versatelo in padella. In questo modo se dovesse uscire rotto potete conservarlo ed usarlo per un'altra preparazione.
  • Se amate il piccante potete aggiungere un pò di peperoncino al sugo di pomodoro.

giovedì 2 luglio 2020

Nidi di tagliatelle al forno



Oggi vi mostro un modo diverso di presentare la consueta pasta al forno. La ricetta è facilissima, la pasta si inforna cruda coperta da sugo abbondante e besciamella! Un primo piatto veramente facilissimo da fare e da porzionare. Garantisco che avranno un grande successo con pochi sforzi.


Nidi di tagliatelle al forno

Ingredienti: 
500 gr di nidi di tagliatelle, 
formaggio grattugiato (qb).  

Per il ragù: 
500 gr di carne macinata mista (vitello e maiale), 
800 ml di passata di pomodoro, 
1 piccola carota, 
1 piccola cipolla, 
1 costa di sedano, 
1 foglia di alloro, 
olio extra vergine d’oliva, 
sale, 
pepe, 
alcune foglie di basilico.  

Per la besciamella: 
250 gr di latte, 
15 gr di burro, 
25 gr di farina, 
1 pizzico di sale, 
(qb) di noce moscata grattugiata

PREPARAZIONE
Preparare il ragù: Tritate il sedano, la carota e la cipolla e fateli soffriggere in un filo d’olio. Aggiungete ora la carne macinata e lasciate rosolare bene per qualche minuto. Aggiungete il vino e lasciatelo evaporare, aggiungete la passata di pomodoro e insaporite con un pizzico di sale e una foglia di alloro. Coprite il ragù e fatelo cuocere, a fuoco lento, per almeno 90 minuti.

Preparare la besciamella: Mettete tutti gli ingredienti nel boccale, latte, burro a pezzi, farina, sale e noce moscata. Chiudetelo ed azionate il Bimby per 7 min. 90° vel. 4.

Assemblaggio: Ora che le preparazioni sono tutte pronte, possiamo passare all’assemblaggio del piatto. Prendere una pirofila da forno e sporcate il fondo con qualche cucchiaiata di besciamella ed un mestolo di sugo e disponete all’interno i nidi di tagliatelle. Distribuite su ogni nido, cercando di far penetrare all’interno, tutta la carne macinata. (Unire la besciamella nella pentola del ragù). Ricoprite il tutto con il sugo e la besciamella, facendo attenzione a coprire per bene i nidi di tagliatelle, se il sugo non ricopre per bene la pasta aggiungere un pò di liquido (acqua + latte); in questo modo la pasta cuocerà perfettamente immersa nel condimento e terminate con il formaggio grattugiato. Infornate in forno già caldo a 180° per 30 minuti. Avendo cura di coprire con carta stagnola se vedete che si colora subito in superficie. Sfornate, lasciate riposare qualche minuto, servite i vostri nidi di tagliatelle al forno e buon appetito.

martedì 16 giugno 2020

Ciambella salata con pomodori secchi e olive nere

La ciambella salata con pomodori secchi e olive nere, è un’ottima idea per un antipasto rustico o per accompagnare un aperitivo. Perfetta da servire durante buffet e aperitivi o da consumare come pasto al sacco nelle gite fuori porta. Un rustico dal sapore e dal profumo intenso, facile da preparare e realizzato con pochi ingredienti.

Ingredienti: 
300 gr di farina 00, 
3 uova, 
1 bicchiere di latte a temperatura ambiente (150 gr), 
1/2 bicchiere di olio di semi (80 gr), 
2 cucchiai di formaggio parmigiano grattugiato (60 gr), 
1 bustina di lievito istantaneo per torte salate
sale,
pepe.
 
Per il ripieno: 
5 o 6 pomodori secchi tagliuzzati a striscioline o 200 gr di pomodorini, 
200 gr di olive nere snocciolate, 
capperi qb, 
prezzemolo tritato qb

Preparazione: In una ciotola montare le uova, quando saranno spumose unire il latte e l'olio a filo. Aggiungere la farina, il lievito, il sale e il pepe. Lavorare l'impasto fino a renderlo omogeneo. Unire all'impasto le olive denocciolate, i pomodori secchi tagliati a striscioline, i capperi sciacquati, prezzemolo tritato e mescolate per amalgamare il tutto.
Imburrare uno stampo per ciambella da 24 cm e versare all'interno il composto. Livellare il composto il più possibile. Infornare a 180° per 30-35 minuti circa. Sfornate, lasciate intiepidire e servire.

Con il bimby: Mettere nel boccale le uova, l'olio di semi e il latte e lavorare: 1 min.vel.3/4. Aggiungere la farina, il parmigiano, il sale, il pepe e il lievito e lavorare: 3 min.vel.3/4. Unire le olive, i pomodori secchi,  i capperi, il prezzemolo tritato e mescolare: 1 min.vel.3 Antiorario.

venerdì 5 giugno 2020

Polpette di melanzane alla calabrese

Oggi vi propongo un piatto classico della cucina tradizionale calabrese, una cucina semplice e creativa. La ricetta tradizionale delle polpette di melanzana, si realizza con pochi ma essenziali ingredienti di territorio, che devono essere di qualità e di stagione, e non ne richiede altri che ne rovinerebbero sicuramente il gusto.
Questa ricetta racchiude in sé tutti i profumi e i sapori della Calabria, la mia Terra e della cucina mediterranea: le melanzane e il basilico!
Da tradizione per questa ricetta non si indicano le quantità, perché possono variare a seconda della consistenza delle melenzane e del pane che usate. La regola è che la quantità di mollica di pane dev’essere la stessa in volume delle melenzane e del formaggio. Ma per facilitarvi ho pesato tutto e segnato per voi, fatemi sapere se vi sono piaciute.....
 
Ingredienti per circa 15 polpette:
500 g di melanzane (qualità lunga nera o ovale nera)
200- 250 g di pane raffermo
2 uova medie
100 g di pecorino grattugiato ( o parmigiano)
aglio
basilico
sale
olio per friggere

Preprazione: Innanzitutto mettete ammollo il pane raffermo per un’ora in acqua fredda.
Procedete con il cuocere le melanzane, lavatele e tagliatele a metà e cuocetele in abbondante acqua bollente e salata per circa 10-15 minuti. Scolatele e lasciatele raffreddare, una volta fredde vanno strizzate tra le mani per eliminare l’eccesso d’acqua, questa operazione è importante perchè se le melanzane restassero troppo cariche di acqua comprometterebbero il risultato finale, quindi se non riuscite a strizzarle bene aiutatevi con uno schiacciapatate e un pugnetto alla volta strizzate le melanzane  molto bene.  Una volta strizzate, su un tagliere ponete le melanzane e con un coltello ben affilato sminuzzate più finemente che potete le melanzane cotte.
Strizzate per togliere l’acqua e sbriciolate il pane  e aggungetelo alle melanzane. Nell’impasto ricavato aggiungete il formaggio grattugiato , basilico fresco tagliuzzato finemente, le uova, l’aglio triturato e il sale. Impastate e amalgamate bene. Se l’impasto dovesse risultate troppo molle o acquoso vi consiglio di aggiugere un pugnetto di panegrattato, ma se avete seguito alla lettera i consigli l’impasto dovrebbe essere bello sodo e pertanto potrete procedere alla formatura delle polpette con la classica forma allungata.
Ponete sul fuoco una padella da bordo altro e riempitela a metà di olio, portatelo a temperatura e iniziate a friggere le polpette nell’olio bollente, utilizzate possibilmente, come vuole la tradizione dell’olio extra vergine di oliva. Fatele rosolare da entrambi i lati, togliete e ponetele su della carta assorbente. Le vostre polpette sono pronte per essere gustate.

Topini di cioccolato

I topini al cioccolato sono dei dolcetti originalissimi per una festa tra bambini o ancora meglio per la festa di Halloween. Saranno un dolcetto di sicuro effetto per i vostri bambini, che oltre alla vista soddisferà anche il palato.
Io li ho preparati per il compleanno del mio bimbo, sono stati apprezzati da tutti.

Ingredienti per circa 12 topini di cioccolato:
300 g Pan di Stelle
100 g philadelphia
2 cucchiai nutella
2 cucchiai marmellata di albicocche
q.b. smarties
q.b. (per gli occhi) praline zucchero colorate
q.b. (rotelle per la coda) liquirizia

Preparazione: 
 Procedimento: Sbriciolate i frollini e poneteli in una ciotola. Unite il Philadelphia e amalgamate bene l’impasto. Successivamente unite anche la Nutella e la marmellata (del gusto che preferite) e mescolate fino ad ottenere un composto non troppo morbido.
Con le mani formate dei piccoli ovetti di composto e metteteli in un teglia ricoperta da un foglio di carta forno.
Mettete tre palline argentate su ogni ovetto di cioccolato a formare gli occhi e il naso del topino. Utilizzate le Smarties per le orecchie, come da foto.
Srotolate la rotella di liquirizia e utilizzatene un pezzettino per formare la coda del topino.
Fate riposare i topini al cioccolato in frigo per almeno un’ora prima di servire.
 
Con il bimby: Mettere nel boccale i biscotti: 5 sec. vel.6.
Aggiungere il Philadelphia, la Nutella e la marmellata: 15 sec. vel.4. Controllare di avere ottenuto un impasto compatto e lavorabile, prenderne un pò e lavorarlo dando la forma di una pallina allungata.
Schiacciarle leggermente e decorare con gli smarties per le orecchie, un pezzetto di rotella di liquirizia per la coda e le praline per gli occhi.
Lasciare riposare in frigorifero per almeno un'ora prima di servire.

sabato 25 aprile 2020

Purè di carote e patate

Il purè di carote è un contorno davvero semplice da fare e rappresenta un’ottima alternativa al purè di patateBuono e cremoso, ottimo anche da offrire ai vostri bambini, un piatto davvero molto sempliceeconomico da fare e nello stesso tempo molto gustoso! 
Perfetto per accompagnare secondi di carne o altro, potete arricchirlo con un formaggino o del parmigiano grattugiato..vediamo insieme la ricetta! La ricetta è della signora Iolanda Corradino.

Ingredienti: 
600 gr di carote, 
100 gr di patate, 
160 gr di latte (io 200 gr), 
30 gr di burro, 
20 gr di parmigiano grattugiato, 
sale (qb)

Preparazione: 

Lavate e mondate le patate e le carote. Tagliatele a pezzettoni e mettetele in una pentola capiente colma d’acqua, salate e fatele cuocere per circa 40 minuti.
Trascorso il tempo infilzatele con una forchetta per vedere la cottura. Una volta cotte, scolatele e schiacciatele con lo schiaccia patate, aggiungete il latte e mettetele nuovamente sul fuoco a cuocere a fiamma bassa sempre mescolando per altri 10 minuti. Spegnete e aggiungete la noce di burro e il parmigiano.


Con il bimby: Inserire la farfalla nel boccale, pulire le patate e le carote, tagliarle a rondelle sottili, aggiungere il latte, il sale e cuocere per 20 min.Temperatura Varoma vel.1. Se il latte dovesse fuoriuscire dal boccale diminuire la temperatura per un pò. A fine cottura aggiungere il burro e il parmigiano, montare per 20 sec. vel.3 e per 20 sec. vel.4. 

Cozze gratinate


Le cozze gratinate sono un ottimo antipasto, tra i più golosi e amati, semplice da preparare e molto gustoso grazie alla crostina dorata e stuzzicante. 
Le cozze gratinate non si possono cuocere in anticipo e poi riscaldare perché risulterebbero gommose. Possono però essere preparate qualche ora prima per essere gratinate all'ultimo minuto. In questo caso tenerle ben coperte in frigorifero fino a 20 minuti prima di cuocerle.
Servite le cozze gratinate tiepide, anche se sono ottime anche fredde, ma qui dipende dai vostri gusti. Nella panatura si possono aggiungere pezzetti di pomodoro. 
La ricetta è del blog In cucina con nonna Virgi.


Ingredienti per 4 persone: 
24 cozze, 
200 gr Pane raffermo, 
1 ciuffo Prezzemolo, 
20 g pecorino grattugiato,  
50 g Grana padano, 
1 pizzico Pepe nero, 
scorza di limone

Preparazione: Lava per bene le cozze e togli il filo del bisso laterale poi metti in una pentola, chiudi con un coperchio e falle aprire cuocendole 5 minuti a fuoco medio. Scola le cozze tenendo da parte il liquido di cottura e togli metà della valva lasciando quella con il frutto di mare. Bagna il pane con il liquido di cottura delle cozze che avrai prima filtrato poi strizza bene la mollica. In questo modo la panatura sarà saporitissima. In un frullatore metti il pane, il prezzemolo, pecorino e Grana Padano, un pizzico di pepe nero, la buccia di mezzo limone e frullare lasciando tutto grossolano (per chi usa il Bimby 8 sec Vel Turbo). Sopra ogni cozza metti la panatura preparata e sistemale tutte in una pirofila, condisci con olio e.v.o. ed infornare a 200° per un quarto d’ora. Servi le cozze gratinate ben calde…buon appetito!

venerdì 3 aprile 2020

Zucca al forno


La ricetta della zucca al forno, è facilissima, estremamente veloce e davvero facile da preparare. Ideale anche per accompagnare un secondo piatto, la zucca al forno è perfetta inoltre come piatto unico, magari servita con riso pilaf o basmati alla curcuma. La ricetta è di Misya.

Ingredienti per 4 persone:
800 gr di zucca,
aglio liofilizzato,
rosmarino,
sale,
pepe,
olio di oliva
 

Preparazione: Pulite la zucca, rimuovete i semi interni e tagliatela a fettine sottili, circa 1 cm. Disponete le fette su una teglia ricoperta di carta forno leggermente unta di olio. Condite con aglio, rosmarino, sale, pepe e un filo d'olio.
Cuocete in forno ventilato preriscaldato a 200°C per circa 20 minuti o finché la zucca non sarà ben tenera. Se gradite, potete accendere il grill negli ultimi 5 minuti per dorare bene la superficie.
La zucca al forno è pronta, lasciate intiepidire e servite.

giovedì 2 aprile 2020

Patate spinose (chayote) impanate e fritte




Le patate spinose o zucchine centenarie (chayote), hanno un sapore delicato e leggermente dolciastro. Sono facilissime da preparare, pochi minuti per portare in tavola una piccola ghiottoneria diversa dal solito!

Ingredienti:
2 patate spinose (chayote)
farina 00
olio di arachidi per friggere

Preparazione: Sbucciare le patate spinose, facendo attenzione alle spine e a quella patina biancastra che si attacca alle mani (meglio usare un paio di guanti monouso).
Tagliarle a fette spesse 1 cm con l'aiuto di una mandolina, eliminare il seme interno. Passare nella farina. Friggere in olio abbondante in una padella antiaderente a fuoco non troppo alto. A frittura ultimata, salarle e peparle a piacere. A me piace mettere anche un pò di paprika. Servire calde o, comunque, tiepide.

mercoledì 1 aprile 2020

Baccalà fritto alla calabrese


Il baccalà fritto alla calabrese è una ricetta del passato classica, tradizionale e rustica delle nostre mamme e che si tramanda da madre in figlia. E' una ricetta piena di gusto, che fa gola a tutti in ogni periodo. In Calabria è tradizione mangiarlo la vigilia di Natale accompagnato con i broccoletti o cime di rapa passate in padella con aglio olio e peperoncino, alcuni lo usano accompagnato con i peperoni “cruschi” (peperoni secchi) fritti. Si può utilizzare baccalà già spugnato, io preferisco comprare il baccalà di qualità norvegese, tagliarlo a pezzi e metterlo a bagno a dissalare per circa tre giorni cambiando l’acqua due volte al giorno. Il baccalà fritto alla calabrese viene passato nella farina e fritto in olio e.v.o. caldo facendolo dorare bene, ottenendo una bella crosticina.
 
Ingredienti:
Baccalà già spugnato,
Farina 00,
Olive nere infornate,
Olio d’oliva o di arachidi per friggere

Preparazione: Ammollare il baccalà in una bacinella colma di acqua fredda per 2/3 giorni, ricordandovi di cambiare l’acqua per tre volte al giorno, affinchè il baccalà perda il sale in eccesso.
In 2/3 giorni è pronto da usare, se avete un ambiente troppo caldo è meglio tenerlo in frigo, al contrario se avete un ambiente fresco potete evitare di metterlo in frigo.
Togliere il baccalà dall’acqua, asciugarlo bene, passarlo nella farina da tutte le parti così da farla aderire bene. Friggere in abbondante olio bollente, girandolo un paio di volte finché non fa una bella crosticina dorata. Disporlo su carta assorbente da cucina per eliminare l’unto in eccesso.
Nello stesso olio friggiamo delle olive nere infornate per pochi minuti.
Il baccalà fritto alla calabrese è pronto, servire caldo e buon appetito!
Vi va di diventare fan della mia pagina su facebook ed essere così sempre aggiornati sulle nuove ricette che pubblico? Allora cliccate QUI e poi mettete MI PIACE. Grazieee
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...